diredonna network
logo
Stai leggendo: Ecco come cambieranno le tariffe Standard e Premium di Netflix da lunedì 9 ottobre 2017

Ecco come cambieranno le tariffe Standard e Premium di Netflix da lunedì 9 ottobre 2017

Dal 9 ottobre 2017 cambieranno i prezzi delle tariffe Standard e Premium di Netflix: 10.99 euro al mese per la prima e 13.99 euro al mese per la seconda.

Dopo le prime informazioni riguardo un cambio del tariffario di Netflix negli Stati Uniti, come spiegato dal sito internet d’attualità Mashable, ecco che la notizia dei cambio di prezzo colpisce ufficialmente anche l’Italia. Pare infatti che il colosso di filmografia digitale stiamo modulando i suoi nuovi prezzi in base agli ingenti investimenti che starebbe attualmente facendo al fine di donare al proprio pubblico sempre più contenuti originali (e non) e un catalogo di film ben più vasto di quello attuale.

Come riportato da Mashable, secondo le stime illustrate da Ted Sarandos (Chief Content Officer di Netflix) l’azienda starebbe infatti progettando di spendere circa 7 miliardi di dollari per l’acquisizione dei diritti su nuove pellicole oltre che per la produzione di nuovi lungometraggi e telefilm inediti firmati proprio Netflix. Dal 9 ottobre 2017 cambieranno quindi ufficialmente le tariffe in Italia: niente paura che chi ha il piano base da 7,99 euro, i cambiamenti riguarderanno unicamente il piano Standard e quello Premium. Il prezzo del primo (che permette di utilizzare Netflix su due diversi dispositivi compresi di HD) passerà da 9.99 euro a 10.99 euro al mese. Il secondo (che permette di utilizzare Netflix su quattro diversi dispositivi compresi di HD e UHD) varierà invece di 2 euro, da 11.99 euro 13.99 euro al mese. Un aumento solo del 10% e che, alla fine, riguarda pochi euro. Una cifra più che ragionevole, insomma, se si considera quanto questa piattaforma sia cresciuta negli anni: nata nel 1997 e resa nota per lo streaming solo nel 2008 in America e nel 2012 in Europa, Netflix conta circa 50 milioni di abbonati negli Stati Uniti per una cifra globale di circa 104 milioni.

Il colosso di filmografia digitale, inoltre, ha voluto ben precisare quanto l’azienda sia cresciuta negli ultimi 5 anni di vita in Europa: dal 2015, infatti il numero di titoli disponibili per la visione degli utenti italiani è aumentato del 207% (una cifra che supera il doppio) e dal 2016 gli abbonati possono guardare le proprie serie tv e film preferiti anche senza una connessione internet, scaricandoli semplicemente sul proprio smartphone o computer. Senza contare i numerosi contenuti originali che offre sempre più frequentemente e che si stanno distinguendo non poco nel mercato internazionale della filmografia e dei telefilm (come dimenticare il celebre Stranger Things rinnovato per una seconda stagione che sarà disponibile dal 27 ottobre 2017 o il più recente The Crown?). Un piccolo ulteriore investimento di pochi euro, insomma, per chi vuole continuare a guardare le proprie serie tv preferite comodamente.