diredonna network
logo
Stai leggendo: La toccante storia della sposa che si era rasata i capelli nel giorno delle nozze: ecco perché

La toccante storia della sposa che si era rasata i capelli nel giorno delle nozze: ecco perché

Immaginate un uomo e una donna legati da un'amicizia trentennale, un sentimento confessato 27 anni dopo, un matrimonio organizzato in fretta e furia all'insegna della solidarietà e una sposa che si rasa durante la cerimonia... Questa è la toccante storia di Craig e Joan.

Aggiornamento di aprile 2017

Come purtroppo si poteva pensare Craig Lyons è morto dopo aver combattuto con tutte le sue forze contro il cancro al pancreas che lo affliggeva da ormai 18 mesi. Gli erano stati dati solo 6 mesi di vita, ma, diversamente da quanto si era creduto, Craig con il suo spirito energico e la sua forza di volontà è riuscito a battere la diagnosi dei medici e a raccogliere fondi per le tre associazioni (Macmillan Cancer Support, Zoè’s Place Hospice e Woodlands Hospice) con le quali ha lottato fianco a fianco fino alla fine.
L’ex soldato è morto fra le braccia della moglie Joan con la quale si era sposato qualche mese prima. La donna lo ricorda così:

Si è addormentato tra le mie braccia e gli ho detto che ci eravamo ormai detti ogni cosa e che era giusto riposare adesso.
Se n’è andato 8 mesi dopo che ci siamo sposati. Non aveva paura di morire, era solo preoccupato di lasciarmi.

La coppia si conosceva fin da quando erano adolescenti ma avevano deciso di sposarsi solo dopo 27 anni, quando Craig trovò il coraggio di confessare il suo amore per Joan mentre erano in gita in traghetto sul fiume Mersey.
Lo scorso novembre 2016, la rivista ECHO fece un articolo su Craig in memoria del Giorno mondiale contro la lotta al cancro al pancreas (World Pancreatic Cancer Day), includendo anche un video dove l’uomo racconta della sua malattia come “Un inferno in terra“.

Il funerale di Craig Lyons è stato celebrato il 23 dicembre 2016 nella chiesa di St Margaret Marys a Pilch Lane, vicino Liverpool, per poi essere cremato e portato al cimitero di Anfield. Era stato espressamente richiesto dalla famiglia dell’uomo che gli ospiti della cerimonia indossassero degli abiti rigorosamente di colore viola, in ricordo di tutte le vittime morte per il tumore al pancreas.

Vogliamo ricordare alle persone che il tumore al pancreas esiste ed è reale“, ha dichiarato Joan Lyons, in ricordo dell’amato marito, “Non ci fermeremo nella nostra lotta, questo è solo l’inizio. Voglio realizzare gli ultimi desideri di mio marito al meglio possibile“.

La toccante storia della sposa che si rasa i capelli nel giorno delle nozze: ecco perché
Articolo originale – 20 aprile 2016

sposa si rasa per solidarietà marito
Fonte: cosmopolitan.com

Sono amici da oltre trent’anni, Craig e Joan, ma lui, quasi come in un film, ha trovato il coraggio di confessarle i suoi reali sentimenti solo 18 mesi fa. Un sentimento che li lega da quando erano poco più che bambini, visto che sia Joan Lyons di Liverpool che Craig hanno 44 anni.

Più di trent’anni di amicizia, condivisione, risate, racconti, lacrime, abbracci consolatori… Tre decenni davvero speciali, in cui l’ultimo anno e mezzo spicca: in 18 mesi infatti i due si sono innamorati, Craig ha scoperto di avere un cancro al pancreas allo stadio terminale e infine i due hanno deciso di sposarsi. Venerdì scorso, per l’esattezza, con una toccante cerimonia celebrata nel parco Isla Gladstone di Liverpool: il matrimonio era fissato da tempo, ma viste le circostanze la coppia ha deciso di accelerare i tempi e di trasformarlo in un evento di raccolta fondi. E dato che la solidarietà ha regnato sovrana nel giorno delle nozze, Joan ha deciso di far suo quello stesso spirito facendosi rasare i capelli proprio durante il ricevimento, a sostegno del marito.

Naturalmente era la prima volta che vedevo Joan senza la sua chioma ed era bellissima, da lasciare senza fiato – ha raccontato Craig al Daily MailMi sono innamorato di lei nello stesso istante in cui il mio sguardo ha incrociato il suo, quando eravamo dei quattordicenni. Io mi vergognavo, ero timido e Joan è già stata sposata ma i miei sentimenti non sono mai cambiati. Lei è la donna dei miei sogni.

sposa si rasa in solidarietà marito malato terminale
Fonte: cosmopolitan.com

Joan e Craig hanno pianificato il loro matrimonio lo scorso anno e hanno accelerato i tempi quando la malattia di Craig è giunta allo stadio terminale, in una forma purtroppo inoperabile. Joan non solo ha donato i suoi capelli a Little Princess Trust, un’associazione che crea parrucche per bimbi che hanno perso i capelli in seguito alle cure per il cancro, ma sia lei che il marito hanno invitato tutti i loro ospiti a fare donazioni ad altre associazioni. I fondi raccolti durante il ricevimento – 2.700 sterline circa sinora, pari a 3.400 euro, tenendo conto che però è possibile continuare a donare sul sito Just Giving – saranno devoluti a Macmillan Cancer Support, Zoè’s Place Hospice e Woodlands Hospice.

joan si rasa durante il matrimonio
Fonte: cosmopolitan.com

Per incoraggiare le persone a donare, Joan ha deciso di permettere alla sua cara amica Amy Walsh e al barbiere di Craig di rasare i suoi capelli mentre il sax suonava le note di Ferry Across the Mersey, la canzone che ha sancito l’inizio della storia d’amore fra Craig e Joan.

È stata una cerimonia straordinaria – ha detto Craig – abbiamo sempre pensato di sposarci ma abbiamo dovuto fare in fretta perché io non so per quanto ancora ci sarò. I capelli di Joan ora diventeranno parrucche per le ragazze che ne hanno bisogno. Joan è una donna meravigliosa con un cuore grande e non mi stupisce che abbia voluto offrire il suo aiuto raccogliendo donazioni nel suo grande giorno. Vogliamo davvero diffondere consapevolezza perché è piuttosto raro contrarre un malattia come la mia a quarant’anni, è più frequente verso i sessanta. Infine abbiamo voluto lanciare 96 palloncini come tributo alle vittime di Hillsborough che porto sempre nel cuore.

Joan, dal canto suo, ha affermato di essersi voluta rasare completamente in onore di Craig e per onorare e supportare tutti coloro che sono affetti da malattie allo stadio terminale.
Amiche, a noi questa storia ha fatto sognare, commuovere, sperare… Racchiude così tanti messaggi e valori positivi che non sapremmo da dove iniziare. Vorremmo poter fare i nostri migliori auguri di lunga vita insieme ai neosposi, ma purtroppo sappiamo che con ogni probabilità Craig abbandonerà presto questa terra. Tuttavia, dopo quello che questa coppia è riuscita a fare, non rinunciamo a credere che i miracoli siano possibili.

craig e joan matrimonio
Fonte: dailymail.co.uk