diredonna network
logo
Stai leggendo: Maturità 2016: ecco tutte le tracce della prima prova

Maturità 2016: ecco tutte le tracce della prima prova

Iniziano oggi gli esami di maturità 2016. Più di mezzo milione gli studenti impegnati con la prima prova scritta che quest'anno prevede tracce su Eco, Zannini e le donne al voto nel 1946.
maturità tracce prima prova
Fonte: Web

Dopo la lunga attesa durante la notte prima degli esami e le tante notizie circolate in questi giorni, per milioni di studenti è arrivato finalmente il momento di mettersi alla prova con la maturità. Si parte oggi con la prima prova e si termina lunedì con la fatidica “terza prova” che mette paura a non pochi studenti, poi sarà il momento dell’orale con le commissioni giudicatrici. Per ora comunque concentriamoci sul primo giorno d’esami e su una prima prova che non ha deluso le aspettative di tutti quelli che l’attendevano.

I temi di quest’anno infatti puntano come sempre sull’attualità, ma anche su autori contemporanei che hanno fatto la storia. Fra le tracce scelte dal Miur troviamo un brano di Umberto Eco per quanto riguarda l’analisi del testo, mentre il tema storico ha come spunto le donne al voto nel 1946. Il concetto di confine proposto da Zannini è invece lo spunto per il tema d’attualità. Per il saggio breve infine sono state proposte ben quattro tematiche: il rapporto fra padre e figlio nell’arte e nella letteratura, “Il Pil è la misura di tutto?” per lo spunto economico, il “valore del paesaggio” per il terzo tema e infine “l’uomo e l’avventura dello spazio” per la traccia scientifica.

Come da prassi l’invio dei temi delle prove scritte da parte del Miur è avvenuto attraverso il plico telematico. Si tratta di particolari buste criptate che vengono recapitate per via informatica a tutte le scuole. Per l’apertura è necessaria una password distribuita solo la mattina della prima prova d’esame. Quattro le scelte per i ragazzi che potranno optare per un’analisi del testo, la redazione di un articolo di giornale oppure un saggio breve, un tema di argomento storico o uno di ordine generale. Sono infine sei le ore a disposizione per lo svolgimento del lavoro.

Il Ministro Stefania Giannini ha spiegato:

“Anche quest’anno abbiamo voluto un plico per la prova di italiano semplificato, senza troppi allegati, per far sì che davvero ogni ragazzo possa riflettere ed esprimere se stesso . Ogni studente, domani, troverà una traccia vicina alla propria sensibilità. A tutti auguro un grande in bocca al lupo. Affrontate la prova con impegno, senso di responsabilità, date il meglio di voi stessi. Sono certa che lo farete”.

Secondo gli ultimi dati sono circa mezzo milione gli studenti italiani chiamati oggi ad affrontare il primo scoglio della prova scritta di italiano (uguale per tutti gli istituti). Quest’anno le commissioni coinvolte sono 12.554 chiamate ad esaminare 24.991 classi. Per quanto riguarda i candidati, il Miur ha specificato che sono circa 503.452 (487.476 interni e 15.976 esterni). Le prime analisi hanno inoltre rivelato che il tasso di ammissione all’esame è stato nel 2016 del 96%. Infine sono 215 gli istituti (di cui due all’estero) che hanno preso parte in occasione della maturità al progetto Esabac, che consente il rilascio del doppio diploma sia italiano che francese. La seconda prova scritta, diversa a seconda dell’indirizzo, si terrà giovedì 23 giugno a partire dalle ore 8.30, mentre la terza prova, decisa dalle varie commissioni giudicatrici, è in programma per lunedì 27 giugno sempre dalle ore 8.30.