logo
Stai leggendo: A scuola alle 10 così i ragazzi studiano di più: esperimento a Brindisi

A scuola alle 10 così i ragazzi studiano di più: esperimento a Brindisi

Uno dei problemi riscontrato dai docenti è quello di alunni stanchi e distratti soprattutto nelle prime ore di lezione, quelle successive al traumatico risveglio mattutino: così l'idea di provare a far slittare la campanella di ben due ore. Dalle 8 alle 10.
alunni stanchi

Esperimento a Brindisi dove, come riporta il Corriere.it, la campanella dell’istituto Majorana suonerà alle 10 e non più alle 8 come in tutte le altre scuole. Uno dei problemi riscontrato dai docenti è proprio quello di alunni stanchi e distratti soprattutto nelle prime ore di lezioni, quelle successive al traumatico risveglio mattutino. Così l’idea di provare a far slittare la campanella di ben due ore, almeno in alcune prime classi di una delle scuole superiori più innovative d’Italia che sta già facendo discutere. L’appuntamento per mettere a punto le novità è previsto per il 23-24 gennaio quando il professore Luigi De Gennaro, ordinario della Sapienza, spiegherà a studenti e professori quali saranno concretamente i vantaggi di posticipare l’orario scolastico.

“Coinvolgeremo tutti, enti locali e famiglie ma sicuramente da settembre avremo le prime classi con orario di entrata spostato in avanti. Dopo anni di sperimentazioni di metodologie didattiche puntano ad andare incontro alle esigenze degli studenti, il nostro non è un punto di partenza ma di arrivo” ha spiegato il preside dell’istituto Majorana al Corriere.it. Un esperimento unico nel suo genere che farà piacere agli studenti “dormiglioni” anche se bisognerà capire a che ora termineranno le lezioni visto l’orario di avvio posticipato dalle 8 alle 10.

I benefici, secondo De Gennaro, studioso del sonno, sono “qualità e quantità del sonno” che “modificano la capacità di imparare”: “C’è una stretta relazione tra le poche ore di sonno dei ragazzi e il minor livello di prestazioni per la memoria. Ci sono già numerose sperimentazioni nel mondo che dimostrano come spostare in avanti l’orario migliora il rendimento degli studenti” ha spiegato. In altri paesi, come Inghilterra, Australia e alcuni stati Usa gli adolescenti possono entrare in aula anche alle 9.

“Finalmente! Cominciamo ad assestare i tempi della scuola su quelli delle persone. Ricordo quando insegnavo a Como, questi poveri ragazzi costretti ad alzarsi alle 5 per arrivare dai paesi vicini ed entrare in tempo a scuola. Gli studenti hanno bisogno di essere svegli e motivati per imparare, iniziare la scuola alle 8 non è scritto sulle tavole di Mosè ha concluso Raffaele Mantegazza della Bicocca.