Cassa integrazione, quando arriveranno i pagamenti dell’Inps? Finalmente c’è una data. Dopo settimane di attesa i pagamenti verranno inviati entro venerdì 12 giugno.

Lo ha assicurato Pasquale Tridico presidente dell’Inps mettendo un punto alle varie polemiche scoppiate in queste ultime settimane a causa dei ritardi e ha voluto sottolineare l’enorme sforzo fatto dall’Istituto in questi mesi di emergenza sanitaria.

Tridico ha poi rivelato che le domande per la casa integrazione, ad oggi, sono il 50% in meno di quelle inoltrate il mese scorso.

Per far fronte alla crisi economica dovuta all’emergenza coronavirus era stato lanciato il Decreto Cura Italia in cui il Governo aveva previsto una nuova misura poi prorogata con il Decreto Rilancio. Ma i pagamenti sono tardati ad arrivare creando una serie di polemiche. Per questo motivo il presidente dell’Inps è voluto intervenire per rassicurare tutti i cittadini che i pagamenti arriveranno entro questa settimana.

In un’intervista a La Repubblica ha dichiarato:

“Entro venerdì 12 giugno pagheremo tutte le 419 mila domande di cassa integrazione giacenti”.

Poi ha voluto chiarire che il motivo di questo ritardo è legato a tutti gli sforzi dell’Inps fatti per sostenere il carico di lavoro a causa della pandemia. “Ci sono stati dei ritardi – ha ammesso – ma dovuti ai numeri dell’emergenza e non a un malfunzionamento da parte dell’Istituto. All’Inps ci sono lavoratori straordinari che si stanno facendo in quattro per dare una risposta a tutti. Come quelli della Sanità hanno garantito la protezione dal virus, noi abbiamo garantito la protezione sociale”.

E ha ribadito l’impegno a pagare l’arretrato entro questa settimana sostenendo di intravedere finalmente uno spiraglio di ripresa dopo un calo di circa il 50% in meno di richieste di cassa integrazione.

“Un dato in fortissimo calo che ci dice che il Paese è finalmente ripartito”.

Articolo originale pubblicato il 8 Giugno 2020

La discussione continua nel gruppo privato!