Claudia Gerini: "Assurdo che da single non possa adottare un figlio"

L'attrice, 50 anni a dicembre 2021, ha raccontato in un'intervista al settimanale F. di voler prendere un bimbo in affido. Ma, essendo single, non è così facile: "È assurdo che in un Paese civile una donna che vuole dare amore a un bambino non possa farlo".

Claudia Gerini è pronta per avere un altro figlio. L’attrice, cinquant’anni a dicembre, si è confidata in un’intervista rilasciata al settimanale F. in occasione dell’uscita al cinema del film Sulla giostra, di Giorgia Cecere. “Mi piacerebbe prendere un bimbo in affido. Ne ho anche parlato con le mie figlie adolescenti, è importante siano d’accordo“, ha dichiarato. “Per loro va bene. Si sono subito spostate sulle cose pratiche, tipo dove lo facciamo dormire”.

Chi sono Vanessa e Jordan Beljuli, i figli "nati dal cuore" di Luciana Littizzetto

Ma, come ha poi sottolineato Claudia, prendere un bambino in affido, nella sua situazione, non è purtroppo facile. “Ho quasi 50 anni, non ho un marito: mi sono posta il problema…“, ha proseguito.

“Il fatto è che, essendo single, non posso chiedere un’adozione, ed è incredibilmente assurdo che in un Paese civile una donna che vuole dare amore a un bambino, che ha la disponibilità economica e spazio in casa, non possa farlo. Perché un bambino deve stare in un orfanotrofio anziché con una mamma che gli vuole bene? Vorrei tanto che si aprisse un caso: magari, se la battaglia la fa un’attrice, ha più eco”.

Claudia Gerini ha due già due figlie: Rosa (17), nata dal matrimonio con Alessandro Enginoli, e Linda (12), avuta da Federico Zampaglione il cantante della band dei Tiromancino. Legatissima a entrambe, l’attrice, sempre nell’intervista, ha raccontato di come stia vivendo il vederle crescere così in fretta.

“Nessuna madre è pronta alle crisi dell’adolescenza […] Devi abituarti ai silenzi, alle mezze risposte. Ormai, entrambe le ragazze vogliono stare più nel mondo della loro cameretta. Prima, volevano stare sempre attaccate a me e ora stanno più per conto loro, ma è giusto così”.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!