Il bollettino di oggi 15 aprile 2020 della Protezione Civile. A oggi il totale delle persone attualmente positive è di 105.418 con un incremento di 1.127 rispetto a ieri. Prosegue il calo della pressione sulle strutture sanitarie per quanto riguarda gli ospedalizzati, infatti i pazienti in terapia intensiva sono 3.079, 107 in meno rispetto a ieri.

Mentre quelli ricoverati un sintomi sono 27.743, 368 in meno rispetto a ieri. La maggior parte dei pazienti positivi si trovano in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi, il totale è di 74.696, pari al 71% del totale dei pazienti positivi.

Il numero dei decessi purtroppo oggi è di 578 nuovi deceduti nelle ultime ventiquattro ore. Il totale dei guariti sale a 38.092, 962 in più rispetto a ieri. Per quanto riguarda le forze in campo, si registrano 12.118 volontari e a loro si aggiungono le forze dell’ordine, le Forze Armate, i vigili del fuoco delle strutture operative e il personale sanitario che è impegnato nelle diverse strutture.

Coronavirus, i drammi di chi continua a lavorare: "Siamo soli e spaventati"

Oggi purtroppo salgono a 120 i medici morti, altri 4 camici bianchi hanno perso la vita a causa del Covid-19. A darne la notizia è la Federazione nazionale degli Ordini dei medici. Alla lista dei camici bianchi deceduti si aggiunge il nome di Patrizia Longo, medico di medicina generale, Eugenio Malachia Brianza, medico del Serd, Elisabetta Mangiarini, medico di medicina generale e Enrico Boggio, odontoiatra. A oggi gli infermieri deceduti salgono a 30 in totale.

Proseguono le ispezioni all’interno delle case di riposo, in 104 sono state trovate delle irregolarità. Secondo una nuova circolare del Viminale, gli ispettori del lavoro dovranno verificare se le aziende rimaste aperte rispettano tutte le normative di sicurezza.

Le 104 Rsa con irregolarità sono state sanzionate, 61 persone sono state denunciate e altre 157 sanzionate. Il totale complessivo di sanzione supera i 70mila euro. Sono state violate le normative di sicurezza nei luoghi di lavoro, come mancanza di mascherine e guanti e mancanza di formazione del personale per prevenire la propria incolumità così come quella degli ospiti.

Articolo originale pubblicato il 15 Aprile 2020

La discussione continua nel gruppo privato!