Molestie a Dayane Mello: Nego Do Borel è stato ritrovato

Il rapper accusato di aver abusato della modella durante il reality La Fazenda era scomparso lunedì 4 ottobre 2021. Ad allertare la polizia brasiliana è stata la madre del cantante preoccupata che il figlio potesse essersi suicidato.

Nego do Borel è stato ritrovato. L’uomo, accusato di molestie ai danni di Dayane Mello durante la sua partecipazione a La Fazenda, era scomparso da lunedì 4 ottobre 2021. Ad allertare le forze dell’ordine brasiliane era stata la madre del rapper, preoccupata per il figlio che in un video messaggio aveva parlato anche di suicidio. Dopo ore di ricerche la polizia lo ha scovato in un motel nella zona nord di Rio de Janeiro. Sottoposto a interrogatorio, ha dichiarato di aver preso delle pillole per dormire e di non essersi reso conto della preoccupazione causata dalle lunghe ore di silenzio.

Elodie alle donne: "Smettiamola di sentirci in colpa"

Il cantante pare sia fuggito per il peso delle accuse che lo vedono colpevole degli abusi sulla modella (si parla anche di un possibile stupro), mentre questa era incosciente. Dopo essere stato squalificato ed espulso dallo show, prima di sparire, era tornato sui social con una diretta Instagram in cui ha minacciava il suicidio tra le lacrime:

“Ho conosciuto Dayane, una persona meravigliosa, gentile ed amichevole. Ci siamo piaciuti e sono sincero, non ho ancora capito perché sono qui a casa mia. E’ perché Dayane ha dormito con me da ubriaca? Voglio chiedere per prima cosa scusa a mia mamma, mia nonna e le mie zie che sono donne. E poi volevo scusarmi con tutte le donne. Anche se non sono stato una persona cattiva in quel momento. Dopo che lei ha rifiutato le mie avances siamo andati a dormire, la polizia ha scoperto che non c’è stato nessuno stupro. Ma nonostante questo io e la mia famiglia siamo stati attaccati e siamo stati vittima di razzismo. Finirò per togliermi la vita e non sto bluffando. Non voglio venire etichettato come un criminale, cavolo! Ci sono così tante persone là fuori che fanno del male, mi chiedo cosa ho fatto di male io per meritarmi così tanto odio?”.

View this post on Instagram

Un post condiviso da Nego do Borel 🎼🎤 🇧🇷 (@negodoborel)

A indagare sulla questione sono arrivate anche Le Iene con l’inviata Roberta Rei, volata in Brasile per definire i contorni di questa vicenda, anche se non ha trovato nessuno disponibile a parlare con lei, né tantomeno è riuscita a vedere Dayane. Sembra infatti che la ragazza, molestata senza alcun consenso, fosse ubriaca e non ricordi nulla. Il tutto è successo dopo una nottata di festa tra i partecipanti del reality e le immagini della serata hanno fatto il giro dei social, prima di venire rimosse dal sito dell’emittente. In quei video, mostrati nel servizio de Le Iene, si vede come il cantante abbia tentato più volte l’approccio con la modella e come quest’ultima l’abbia più volte respinto.

Il materiale, recuperato dalla redazione del programma di Italia 1, è attualmente in mano alla polizia che sta indagando. Ancora da accertare se il presunto stupro di cui si è parlato sui social brasiliani ci sia stato, poiché la telecamera viene spostata e le ultime parole che si sentono sono pronunciate da Dayane: “Nego non posso, ho una figlia, non posso”.

Purtroppo nessuno ha risposto al microfono di Roberta Rei, né la redazione de La Fazenda, né tantomeno il rapper che ora pare sia scomparso e ricercato dalla Polizia brasiliana. Lo staff di Dayane Mello, ha pubblicato un lungo post in portoghese nel quale viene accusato il programma di aver celato i fatti e di aver sottoposto la modella ha una forte pressione psicologica rendendola più carnefice che vittima.

 

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!