logo
Stai leggendo: Dipendenti si fanno selfie con l’agnellino macellato: è bufera

Dipendenti si fanno selfie con l'agnellino macellato: è bufera

Le due dipendenti di Carrefour hanno pubblicato delle foto mentre sorridono tenendo in mano prima un maialino con la bocca aperta e poi una carcassa di agnellino macellato con un ciuccio in bocca.
agnellino macellato

È bufera su due dipendenti Carrefour (Tivoli) che su Facebook, nei loro profili privati, hanno pubblicato delle foto mentre sorridono tenendo in mano prima un maialino con la bocca aperta e poi una carcassa di agnellino macellato con un ciuccio in bocca. “Ridicolizzare un cucciolo morto non è un itinerario d’amore, è un insulto alla dignità degli animali e alla morale di chi crede nella sacralità della nascita. Mi auguro che arrivi una nota di scuse per questo massaggio macabro del vostro punto vendita” scriveva su Facebook Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi Movimento Animalista, rivolgendosi direttamente ai vertici di Carrefour, sconvolto per l’accaduto.

La pagina Facebook di Carrefour, intanto, è stata inondata di messaggi di protesta: c’è chi chiede l’intervento dei Nas, chi il licenziamento delle due dipendenti, chi la chiusura del reparto. “Licenziamento immediato per queste due squallide persone senza sensibilità e rispetto” scrive Lidia; per Serenella, invece, “queste due persone non hanno avuto rispetto nei confronti dell’azienda, della clientela e dei corpi di due cuccioli”. “Umanamente penso si tratta di persone disturbate, mi auguro che trovino altri impieghi” e ancora “È normale pagare i dipendenti per fare selfie e mettere immagini in rete? Come la mettiamo da un punto di vista igienico e di sicurezza alimentare?”.

Immediato l’intervento di Carrefour Italia che – in una nota – ha preso le distanze annunciando di aver avviato “un’indagine interna per chiarire quanto accaduto e per poter prendere i dovuti provvedimenti verso i responsabili”. Queste le parole del noto supermercato finito nell’occhio del ciclone:

 “Carrefour Italia condanna fermamente atti di tale gravità. L’azienda si scusa con tutti coloro che si sono sentiti offesi da tale indegno comportamento, ben distante dai propri valori etici e comunica di aver immediatamente avviato accertamenti interni per chiarire quanto accaduto così da poter prendere provvedimenti verso i responsabili di questa condotta inappropriata“.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...