Il nostro pianeta è sommerso da plastica e rifiuti, raddoppiati anche dal consumo – tra le altre cose – di mascherine monouso. Cercare di vivere la nostra quotidianità in modo meno consumistico e più eco friendly è un dovere morale, prima che una scelta personale.

Per aiutare a non ridurre al degrado più assoluto il pianeta, ci ha pensato anche la nota azienda Dove. Che – dopo uno studio di ricerca durato due anni – ha inventato il primo deodorante ricaricabile in acciaio inossidabile che durerà tutta la vita.

A tal proposito, Dawn Hedgepeth – direttore generale e vicepresidente di Unilever, Deodorants, Men’s Grooming, Hand & Body Lotion – ha dichiarato:

Ci sono voluti anni per perfezionare l’elegante design ergonomico. Personalmente lo adoro – a volte lo chiamo l’iPhone dei deodoranti. (…) È realizzato in acciaio inossidabile super resistente. Questo acciaio inossidabile è in grado di sopportare quasi 900 libbre di peso, il che significa essenzialmente che puoi guidarci sopra con un’auto e non romperla. Questo è qualcosa che considero bellezza per tutta la vita.

Disponibile per adesso solo negli Stati Uniti, il lancio fa parte di una delle mission principali della Unilever – proprietaria effettiva della Dove e anche di altri noti marchi.

I cartoni che contengono il nuovo deodorante della Dove sono stati realizzati completamente con carta FSC; una carta nella fattispecie che proviene da foreste correttamente gestite secondo i principi standard legati alla gestione forestale e alla catena di custodia. Ovviamente e ancora per il momento, nella realizzazione del packaging è stato possibile limitare l’uso della plastica ma non azzerarlo del tutto.

Quando si tratta della confezione di ricarica, dobbiamo ancora utilizzare un po’ di plastica a causa della necessità di preservare la freschezza della formulazione e mantenere la sicurezza della formula. Quindi continuiamo a usare la plastica, ma usiamo plastica che è il 54% in meno di quella che è in un normale stick Dove. È anche plastica riciclata completamente post-consumo. Quindi meno plastica, plastica migliore e con un sistema di ricarica, arrivare idealmente a un sistema a circuito chiuso.

Quanta plastica mangiamo ogni settimana e ogni anno senza saperlo?

I dati sulla diffusione di plastica sono allarmanti e non possono più essere ignorati. L’Africa, ad esempio, ancora oggi ne è l’epicentro mondiale. Dandora, a Nairobi, è la “pattumiera” più grande dell’Africa Orientale, nonché il luogo più inquinato del mondo. Le concentrazioni di mercurio, cadmio, piombo e fumi tossici, riscontrate sulla popolazione, sono allarmanti. Questo solo uno dei tanti casi eclatanti da citare.

Per i tanti motivi concitati e per rispettare appieno sostenibilità e ambiente, la Dove –  sul loro sito ufficiale, ha ribadito la necessità di proporre ai futuri clienti, termini e condizioni di garanzia ben precise. Essendo questo un prodotto che dovrà davvero durare per sempre.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!
  • Metti in circolo