logo
Stai leggendo: Fausto Brizzi torna alla regia dopo lo scandalo molestie

Fausto Brizzi torna alla regia dopo lo scandalo molestie

Brizzi torna sul set e come regista dopo il caso di molestie sessuali denunciate da alcune attrici alle Iene.
Fausto Brizzi torna alla regia dopo lo scandalo molestie

Dopo lo scandalo delle molestie sessuali che lo aveva travolto, la carriera di Fausto Brizzi sembrava finita. E invece no: tornerà a lavorare sul set a metà agosto, nonostante sia ufficialmente indagato. Fausto Brizzi firmerà la regia del film Modalità Aereo prodotto dalla Casanova di Luca Barbareschi e scritto con Paolo Ruffini, che protagonisti lo stesso Ruffini e Lillo.

La notizia è stata rivelata in un’intervista che Luca Barbareschi ha rilasciato all’agenzia ANSA che su Fausto Brizzi dice: “Brizzi è un talento, pieno di idee, di ambizione e di capacità”. Il produttore sottolinea che ha intrapreso questa collaborazione con Brizzi “condannando chi maltratta le donne ma anche gli assalti mediatici fino a condanna giudiziale”.

Il regista dopo essere stato al centro dello scandalo molestie sessuali dove circa 10 attrici, intervistate da Le Iene, lo avevano accusato si era visto annullare il contratto con Warner tanto che gli impedì di partecipare al lancio promozionale del suo film Poveri ma ricchissimi.

Il nuovo film vuole essere una commedia divertente e fa parte di un progetto più ampio che legherà Brizzi alla Casanova Film di Barbareschi per quattro anni per quattro film con attori e personalità importanti del mondo del cinema. Brizzi torna così al suo mestiere dopo lo scandalo che ha scalfito uno dei registi più apprezzati del panorama italiano con i suoi Maschi contro Femmine o Notte prima degli esami.

Già negli scorsi mesi Barbareschi aveva preso le difese di Brizzi con un’intervista alle Iene dalle dichiarazioni forti contro il movimento #metooÈ una roba comica, da mentecatti” e contro Asia Argento: “Lei non ha subito violenze. (…) Le uniche che hanno parlato sono quelle ricche e famose, invece delle povere donne, le disgraziate non le aiuta nessuno. #MeToo è un movimento per cretini”.

Al momento il regista Fausto Brizzi risulta indagato per molestie, a seguito delle accuse delle attrici, come conferma all’ANSA il legale Antonio Marino.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...