logo
Galleria: Sia femmine, sia maschi o senza genere: ecco le nuove bambole di Mattel

Sia femmine, sia maschi o senza genere: ecco le nuove bambole di Mattel

Sia femmine, sia maschi o senza genere: ecco le nuove bambole di Mattel
Foto 1 di 10
x

I bambini, si sa, amano viaggiare con la fantasia, perché dunque non promuovere questa creatività mostrando loro come ci si possa esprimere bel al di là dei classici canoni maschili e femminili?

Una classificazione che si riscontra non solo nella vita di tutti i giorni, ma anche nel mondo dei giocattoli: ci sono bambole che, con i loro lunghi capelli e gli abiti da principessa, rappresentano il genere femminile, e poi ci sono i bambolotti (magari rigorosamente vestiti d’azzurro) che al contrario simboleggiano il genere maschile. Ora, i più piccoli potranno divertirsi senza dover riconoscere alla loro bambola una precisa identità sessuale.

La Mattel ha infatti lanciato Creatable World, la prima Barbie gender neutral che permette ai bambini di scegliere a proprio piacimento come giocare.

La bambola, disponibile in sei diverse versioni che si distinguono per aspetto fisico e tonalità della pelle, non ha infatti tratti distintamente maschili o femminili: niente seno, né spalle larghe o muscoli in evidenza, niente ciglia lunghe o mascella larga. Inoltre, la confezione contiene vari accessori per permettere la massima personalizzazione, così da garantire un’esperienza di gioco il più ampia possibile. Ci sono due parrucche, una per dotare la propria bambola di capelli lunghi e una per avere un taglio corto, ma anche diversi vestiti a scelta tra gonne e pantaloni mimetici, felpe e tutù.

"Perché ho pianto quando ho visto una Barbie in sedia a rotelle"

"Perché ho pianto quando ho visto una Barbie in sedia a rotelle"

La collezione Creatable World vuole spingere i più piccoli a sentirsi liberi di scegliere in autonomia come giocare, senza affibbiare etichette già a partire dalle bambole. E vuole anche essere un modo per abbattere uno dei tabù che ancora aleggia nella nostra società: anche i maschietti possono giocare con una bambola, e possederne una che non abbia un preciso genere di riferimento potrebbe essere il modo più facile per sradicare la concezione ancora esistente di giocattoli divisi per sesso.

La Mattel ha testato Creatable World in 250 famiglie provenienti da diversi stati. Tra i ragazzini che hanno avuto la possibilità di giocare in anteprima con la nuova bambola, anche 15 bambini  che non si identificano nel classico binarismo maschio/femmina, e che perciò fanno fatica a vedersi riflessi nei loro giocattoli.

Non è un caso che questa Barbie sia presentata come un prodotto disegnato per far giocare “proprio tutti, senza etichette di alcun tipo”.

Abbiamo raccolto nella nostra gallery alcune immagini della nuova bambola gender neutral della Mattel, con altre informazioni e dove acquistarle.