"È una giornata fortunata", Belen di nuovo mamma: è nata Luna Mari

"È una giornata fortunata", Belen di nuovo mamma: è nata Luna Mari
Fonte: instagram @belenrodriguezreal
Foto 1 di 5
Ingrandisci

Belen è di nuovo mamma. Nel giorno in cui le due sue squadre del cuore, l’Argentina e l’Italia, hanno vinto rispettivamente Copa America e Campionati Europei, la showgirl ha dato alla luce Luna Mari, prima femmina dopo Santiago, nato 7 anni fa dall’unione con Stefano De Martino, e prima figlia avuta con il nuovo compagno Antonino Spinalbese.

Proprio il papà dà l’annuncio sui social, con uno scatto tenerissimo, il piedino della neonata.

Ti conquisterò ogni singolo attimo, perché hai… il profumo di felicità…

Scrive l’emozionato neo papà; Belen sceglie invece le storie di Instagram per immortalare lo stesso piedino, stavolta avvolto in un calzino rosa, e per scrivere “Giornata fortunata, ha vinto l’Argentina, ha vinto l’Italia, ed è nata Luna”.

Secondo il Corriere del Veneto la bambina sarebbe nata all’ospedale di Padova, e non a Milano, dove la coppia risiede. Luna Mari arriva a coronare il grandissimo amore che unisce Belen al compagno Antonino, conosciuto la scorsa estate dopo la dolorosa separazione dal marito Stefano; pochi mesi dopo l’inizio della loro relazione la notizia della gravidanza di lei, e anche di un aborto spontaneo subito poco prima.

Ero rimasta incinta per sbaglio, quando io e Antonino lo abbiamo scoperto eravamo basiti che fosse accaduto – è stato il suo racconto – Non ce lo aspettavamo, anche perché era veramente troppo presto, ma poi abbiamo capito che non era così male perché eravamo follemente innamorati. Purtroppo dopo quattro giorni ho perso il bambino. Siamo stati malissimo. Questo ci ha fatto capire però che desideravamo tantissimo un figlio. Fortunatamente, il mese dopo è arrivato.

Dopo il dolore, adesso la gioia per il nuovo arrivo, senza dimenticare l’amore per Santiago, protagonista dell’ultimo post Instagram di Belen.

Fino all’infinito e oltre, dove nessuno può arrivare.

Ha scritto per il primogenito.

 

Articolo originale pubblicato il 12 Luglio 2021