logo
Galleria: Bruciata dall’ex, Carla Caiazzo posa da modella e torna a sorridere

Bruciata dall’ex, Carla Caiazzo posa da modella e torna a sorridere

Bruciata dall'ex, Carla Caiazzo posa da modella e torna a sorridere
Foto 1 di 6
x

Alcol e un accendino, così venne bruciata Carla Caiazzo, 38enne di Pozzuoli, dal suo ex. La giovane venne salvata grazie alla prontezza di riflessi di un passante: nel grembo portava la figlia (era all’ottavo mese di gravidanza). In quell’occasione, infatti, l’equipe dell’ospedale di Napoli Cardarelli ha deciso per un cesareo d’urgenza prima di ricoverarla nel reparto Grandi ustionati. Un intervento delicatissimo che salvò la vita ad entrambe.

Ora Carla, bellissima più che mai, ha deciso di mostrarsi in pubblico, posando per un servizio fotografico per una linea di moda. Il brand – come scrive l’agenzia di stampa Ansa.it che pubblica anche le foto – ha realizzato 50 felpe con la scritta #ioridoancora, in versione limitata, per sostenere l’associazione di Carla contro la violenza sulle donne. Un progetto che è nato dall’incontro con Diana Palomba, presidente Italia di Feminin Pluriel e che è stato possibile grazie al sostegno di Mena Marano, ad di Silvian Heach e Palma Sopito, editore #3D MAGAZINE, per difendere le vittime di violenza e il loro reintegro nella società.

Omicidio di identità: "Sfregiare con l'acido è uccidere"

Omicidio di identità: "Sfregiare con l'acido è uccidere"

Un progetto per rimettersi in gioco e trovare spazio nella società, nonostante il dolore e la violenza subite. La Caiazzo, tra l’altro, come si evince dalle foto, si mostra con il sostegno di tre donne che hanno voluto affiancarla nella sua battaglia.