Le cicatrici di Niccolò Bettarini un anno dopo le 8 coltellate - Roba da Donne

Le cicatrici di Niccolò Bettarini un anno dopo le 8 coltellate

Le cicatrici di Niccolò Bettarini un anno dopo le 8 coltellate
Fonte: instagram @mr_bettarini
Foto 1 di 9
Ingrandisci

Era il 1° luglio del 2018 quando Niccolò Bettarini, il primogenito dell’ex calciatore Stefano e di Simona Ventura, veniva selvaggiamente picchiato e accoltellato fuori dalla discoteca Old Fashion di Milano.

Per qualche giorno le condizioni di salute del ragazzo avevano lasciato con il fiato sospeso i genitori, ma per fortuna Nicolò si è ripreso perfettamente e oggi, a distanza di un anno da quella terribile notte, ha deciso di postare sul proprio profilo Instagram una foto davvero molto significativa, in cui mostra le cicatrici lasciate dagli otto colpi di coltello ricevuti su braccia e torace.

Visualizza questo post su Instagram

non morirò senza cicatrici, tutti noi siamo ferite viventi. 🦁

Un post condiviso da Niccolò Bettarini (@mr_bettarini) in data:

Tanti i messaggi di supporto al ragazzo, oggi non ancora ventunenne, ma anche qualche commento critico da parte dei soliti hater, che non perdono occasione per tacere.

La grande lezione di Manuel Bortuzzo, cui nessuno ridarà le sue gambe

Per l’aggressione nei suoi confronti sono stati indagati quattro ragazzi, che nel gennaio di quest’anno sono stati tutti condannati con pene dai 5 ai 9 anni di carcere dal gup di Milano, Guido Salvini, mentre il pm Elio Ramondini aveva chiesto dieci anni per tutti.

Nei giorni immediatamente seguenti all’aggressione, sia papà Stefano che Simona Ventura avevano pubblicato post davvero toccanti nei confronti del loro primogenito.

Le parole di Bettarini su Instagram, mentre mamma Simona aveva aspettato che il figlio fosse fuori pericolo per poter dare la notizia su Facebook:

In gallery abbiamo ripercorso questa vicenda, per fortuna dall’epilogo felice.