logo
Galleria: Il segreto di Sammy Basso, più forte della progeria e del suo cuore

Il segreto di Sammy Basso, più forte della progeria e del suo cuore

Sammy Basso ha vinto una nuova, importante battaglia: è stato il primo paziente malato di progeria a sottoporsi a un intervento al cuore.

Sammy è un vero guerriero, ma questo lo sapevamo già. La novità è che nei giorni scorsi si è sottoposto a un delicato intervento chirurgico che diventerà una pietra miliare nella cura alla sua rarissima malattia, la progeria. Per la prima volta al mondo, infatti, i medici hanno tentato di porre rimedio a un cuore che invecchia decisamente molto più in fretta della norma. Il ragazzo ha superato perfettamente l’operazione, che è stata condotta dal professor Francesco Musumeci dell’Ospedale San Camillo di Roma.

Sebbene infatti Sammy Basso sia in cura da anni al Children’s Hospital di Boston, il primo centro di ricerca al mondo sulla progeria, i medici americani avevano alzato le mani davanti all’intervento che ormai reputavano sempre più urgente. Il giovane aveva una grave insufficienza cardiaca causata da una stenosi calcifica severa della valvola aortica. Una patologia di cui soffrono molti anziani, e che viene comunemente trattata per via chirurgica con la sostituzione della valvola, prima che questa si restringa tanto da causare la morte del paziente.

Ma con Sammy le cose sono più difficili: ha una malattia rara e pesa appena 20 chili, quindi ogni intervento rappresenta un rischio notevole. Lo scorso 28 febbraio il ragazzo è stato sottoposto all’operazione, e tutto è andato per il meglio. Il cardiochirurgo che è intervenuto, il professor Musumeci, è soddisfatto di come siano andate le cose:

“Abbiamo ottenuto un risultato che sembrava quasi impossibile, che apre una nuova prospettiva per il trattamento di questa malattia. Interventi di questo tipo si svolgono normalmente in persone anziane, ma per la prima volta è stato effettuato su un paziente che ha 23 anni all’anagrafe ma con condizioni cliniche di un ottantenne. Abbiamo posizionato la protesi valvolare con un catetere introdotto attraverso l’apice del ventricolo sinistro, l’unica via di accesso alla valvola aortica in questo caso. Il rischio era una rottura del cuore, che per fortuna non c’è stata. Il risultato è stato al di la di ogni aspettativa”.

Sammy sta per essere dimesso, ma questa volta torna a casa con una nuova, enorme consapevolezza:

“Quando ho visto la sala operatoria ho capito che mi giocavo tutto […] Questo intervento rappresenta un momento di svolta epocale nella storia della mia sindrome perché per la prima volta sappiamo che quando arrivano le complicanze di questa malattia possiamo provare a risolverle. Finora la ricerca si è basata su farmaci per rallentare invecchiamento. Ma quando i sintomi iniziavano a manifestarsi era la fine”.

Il segreto di Sammy per affrontare tutto ciò? Lo scrive lui stesso: “Schiere di amici e di tante persone che mi stanno vicine in tanti modi diversi…”

Sfogliate la gallery per saperne di più sulla vita di Sammy.

Il segreto di Sammy Basso, più forte della progeria e del suo cuore

Il segreto di Sammy Basso, più forte della progeria e del suo cuore
Foto 1 di 12
x
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...