logo
Stai leggendo: Picchiato da una Banda di Bulli Perché Malato: lui si “vendica” così

Picchiato da una Banda di Bulli Perché Malato: lui si "vendica" così

Gavin Joseph è stato picchiato da un gruppo di bulli. Invece di denunciarli, però, il ragazzo ha deciso di vendicarsi in un modo intelligente.
Fonte Web
Fonte: Web

Sappiamo che, purtroppo, il bullismo è una terribile piaga che affligge la nostra società. Ne sa qualcosa Gavin Joseph, ragazzo americano originario di New Baden (Illinois) affetto dalla Sindrome di Asperger, che è stato preso di mira da una banda di bulli. Picchiato e malmenato, Joseph non si è lasciato prendere dall’odio, ma ha reagito con grande forza ed intelligenza.

Considerato “diverso” proprio a causa della Sindrome di Asperger, disturbo pervasivo dello sviluppo imparentato con l’autismo, Joseph è stato preso di mira da tempo dai bulli della scuola. Una banda di ragazzi violenti, che ha deciso di sfogare su di lui la propria rabbia repressa.

E così in un pomeriggio qualunque, mentre stava partecipando ad un evento nella sua città, Joseph è stato circondato dai bulli locali ed è stato preso a calci e a pugni fino a quando l’occhio destro ha iniziato a gonfiarsi. La violenza cieca gli ha provocato una commozione celebrale, oltre che la frattura del naso. Una scena terribile ed ingiustificata che ci fa riflettere, anche se vi garantisco che commuove di più proprio la reazione dello stesso Joseph .

Davanti ad un episodio del genere, facilmente ognuno di voi avrebbe chiesto giustizia. E così ha fatto anche il ragazzo americano. Ma in modo assolutamente ammirevole ed intelligente: anziché denunciare il gruppo di bulli, Joseph ha impartito loro una lezione memorabile. Ha realizzato e girato un video della durata di 20 minuti, in cui spiega cos’è la Sindrome di Asperger, cosa comporta e in cui soprattutto racconta perché le ferite riportate gli complicheranno la vita. Durante la registrazione, inoltre, ha chiesto che fossero presenti non solo i bulli, ma anche i loro genitori affinché tutti potessero comprendere la reale gravità della situazione e l’esito di una tale violenza ingiustificata.

Toccanti le parole della mamma di Joseph, Cortnie Stone:

Sono così orgogliosa di mio figlio. Spero che questo gesto possa servire da lezione ai ragazzi che hanno aggredito Joseph, definendolo “strano” e “raccapricciante” e che il coraggio che ha dimostrato lo aiuti a superare l’accaduto.

Il ragazzo, infatti, a causa della Sindrome di Asperger da sempre interagisce con grande difficoltà con le persone e fatica ad avere delle amicizie. Il timore che un episodio come questo lo segnasse ulteriormente era, quindi, assolutamente fondato. Anche perché la banda di bulli ha attaccato Joseph proprio a causa delle peculiarità causate dal disturbo, ovvero la compromissione delle interazioni sociali, gli schemi di comportamento ripetitivi, gli interessi ristretti e soprattutto la tendenza ad isolarsi. Prosegue ancora sua madre:

Joseph ha trascorso molti anni ad imparare ciò che la società pensa sia appropriato o inappropriato. Gli abbiamo insegnato a non offendere nessuno, nella speranza che episodi del genere non potessero accadere mai. Essere un adolescente con la Sindrome di Asperger è dura: le persone non conoscono questa patologia e non sanno come potersi relazionare con te.

Purtroppo sappiamo bene come sconfiggere il bullismo non sia facile, né forse realmente possibile. Ma una testimonianza come questa, intensa e costruttiva allo stesso tempo, ci fa decisamente ben sperare.

Nel video che segue invece, questa ragazza affetto anche lei dalla Sindrome di Asperger, ci dimostra cosa significa soffrire di questa malattia:

Rating: 4.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...