logo
Stai leggendo: I misteriosi post di Pauley Perrette: “Attacchi fisici multipli” sul set di NCIS

I misteriosi post di Pauley Perrette: “Attacchi fisici multipli” sul set di NCIS

Con quattro tweet l'attrice Pauley Perrette ha voluto far sapere la verità ai suoi fan sul motivo della sua uscita di scena dalla serie tv NCIS - Unità Anticrimine.

L’analista forense Abby Sciuto, interpretata dall’attrice Pauley Perrette, è senza dubbio uno dei personaggio più amati della serie tv poliziesca NCIS – Unità Anticrimine. Dopo 16 anni ha abbandonato la serie proprio nell’ultima stagione.

Quello che all’inizio sembrava essere un normale cambio di rotta da attrice, ovvero provare nuove esperienze e nuovi ruoli, sembra invece nascondere fatti più gravi. Tramite il profilo Twitter l’attrice ha parlato di molteplici attacchi fisici di cui lei stessa è stata vittima.

Tutto è partito con un tweet dell’attrice in risposta a articoli di testate giornaliste (di cui non fa nome) che avrebbero insinuato cause non veritiere sull’addio a NCIS. Più volte smentite sia dall’attrice che dalla produzione.

Mi sono rifiutata di scendere così in basso, ecco perché non ho mai detto pubblicamente cos’è successo. Ma ci sono articoli di giornali che stanno raccontando bugie su di me. Se voi ci credete, per piacere lasciatemi in pace. Voi certamente non mi conoscete. (Scusate ragazzi ma doveva essere detto).

Da questo tweet in cui Pauley si ribella delle accuse di alcuni giornali nascono altri tre tweet che danno spiegazioni ai fan riguardo al suo “silenzio”.

Magari sbaglio a non svuotare il sacco, raccontare la storia, la verità. Sento di dover proteggere la mia squadra, il mio impiego e tante altre persone. Ma a quale costo? Non lo so. Sappiate solo che sto cercando di fare la cosa giusta, ma forse il silenzio non è la cosa giusta da fare quando si tratta di un crimine. Sto solo..?

Con questo tweet l’attrice ha scatenato la curiosità e la preoccupazione di molte persone, fan e non solo della serie tv NCIS. Lei è restata in silenzio senza rivelare il motivo del suo abbandono. Dice di averlo fatto per proteggere lei stessa e altri. Da qui altre spiegazioni.

C’è una ‘macchina’ che mi tiene in silenzio e che alimenta storie false su di me. Una ‘macchina’ pubblicitaria molto ricca e molto potente. Senza morale, senza obbligo di verità e io vengo lasciata qui a leggere bugie, cercando di proteggere la mia troupe. Cercando di mantenere la calma. E lui ce l’ha fatta.

E infine il tweet finale in cui rivela di essere stata vittima di bullismo. Pauley Perrette non fa nomi o cognomi, né tanto meno riferimenti a particolari avvenimenti all’interno del set.

Da sempre supporto programmi anti-bullismo. Ma solo ora li capisco appieno perché riguarda me. Sia che si tratti di scuola o di lavoro, a cui sei obbligato ad andare, è orribile. Ho lasciato. Molteplici attacchi fisici. Ora l’ho detto. Stare al sicuro. Niente è più importante della tua sicurezza. Dillo a qualcuno.

E con questo catastrofico tweet l’attrice conclude le sue dichiarazioni. I tweet sono stati interpretati dalla maggior parte delle persone come un’accusa di abusi fisici subiti probabilmente nel set di NCIS. Stiamo tutti attendendo delle precisazioni da parte dell’attrice o di chi ne è al corrente per saperne qualcosa di più e andare a fondo di questa vicenda, che si prospetta tutt’altro che bella.

Come riporta il Quotidiano.net, un’ipotesi fa ricadere la colpa delle aggressioni su Mark Harmon, attore che interpreta il capo dell’unità anticrimine Leroy Jethro Gibbs. Ma, come detto precedentemente, l’attrice non ha fatto alcun nome, né si è rivolta alle autorità. Questa è una pura ipotesi riportata da diverse testate statunitensi.

Noi per il momento non facciamo ipotesi e preferiamo lasciare spazio a chi a ha voce in capitolo.