logo
Stai leggendo: I vestiti delle reporter sono “troppo attillati”: la sua risposta è magistrale

I vestiti delle reporter sono "troppo attillati": la sua risposta è magistrale

Insulti alla giovane reporter americana di Channel 8 Demetria Obilor: la sua risposta alla critiche è un invito ad accettarsi per come si è.

Dopo i passati casi di bullismo e body shaming già affrontati in altri articoli fra i quali anche le offese alla conduttrice italiana Vanessa Incontrada, ecco che un altro caso del genere torna a fare capolino e questa volta vede protagonista Demetria Obilor, una giovane reporter americana.

Qualcuno ha visto la reporter del traffico di Channel 8? Si chiama Demetria Obilor ed è una taglia 16/18 in un vestito taglia 6 e sembra davvero ridicola. […] Non guarderò mai più Channel 8.

Questo lo sprezzante commento di una utente su Facebook (cancellato solo dopo qualche ora e reso pubblico attraverso uno screenshot postato su Twitter), la quale senza mezzi termini ha accusato la giornalista americana di indossare abiti troppo stretti e succinti per le sue generose forme. Un messaggio che non è passato inosservato agli utenti dei principali social che si sono prontamente scagliati in difesa della conduttrice; fra i messaggi di sostegno anche quello del celebre artista Chance The Rapper, vincitore di un premio Grammy nel 2017.

La giovane giornalista ha inoltre risposto lei stessa alle critiche postando un video sul suo profilo Twitter ufficiale, mostrato successivamente anche sul suo account Instagram.

Alcune persone hanno dei problemi per quanto riguarda il mio corpo e il mio modo di essere in televisione.

Ha ammesso Demetria Obilor nella didascalia del post che l’ha vista protagonista, continuando nel video:

La polemica è nata dalle persone a cui non è piaciuto il mio look in televisione. Dicono: “Oh, il suo corpo è troppo grosso per quel vestito” oppure “è troppo grassa“, o ancora “i suoi capelli non sono professionali, sono orrendi, non mi piacciono“. Dedico loro qualche parola: io sono fatta in questo modo, sono nata così. Non posso farci nulla, perciò se a voi non piace (il mio modo di essere, ndr.) avete altre opzioni.

Infine la donna ha dedicato un messaggio anche a tutti coloro che nel corso di questa triste vicenda hanno prese le sue difese:

Ringrazio le persone che mi sono state vicine. Vi voglio bene anche io. Sapete, quando si è un po’ diversi la gente crede di potervi parlare in modo differente.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...