logo
Stai leggendo: In Brasile una trans guida i ballerini nelle sfilate del Carnevale di Rio

In Brasile una trans guida i ballerini nelle sfilate del Carnevale di Rio

Tra il 2011 e il 2016 è proprio il Brasile il Paese in cui sono state uccise più trans, nonostante le aperture del governo locale come la legalizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso.
brasile trans

Nel Brasile, dove si continuano ad uccidere le trans, c’è una persona coraggiosa che guida una scuola di ballerini nelle sfilate del Carnevale di Rio. Si tratta di una trans con la passione per la samba: lei si chiama Kamilla Karvalho; da ragazzino, invece, il suo nome era Wagner. Sedici anni dopo, con quattro interventi chirurgi, ha cambiato identità ed è diventata la prima transessuale alla guida della scuola di samba, la “Academicos do Salgueiro”, che si esibirà in testa al corteo nelle maestose sfilate del Carnevale di Rio.

“Non abbiamo mai trovato un nostro spazio, adesso abbiamo una responsabilità e spero che questa iniziativa possa servire come esempio. Essere trans vuole dire essere discriminati perché tutto ciò che è diverso genera resistenza” ha spiegato Kamilla, intervistata dall’agenzia di stampa internazionale Reuters. In Brasile, dunque, le persone transessuali vengono discriminate: secondo quanto riportato da Rede Trans, sono 170 le trans uccise solo nel 2017 mentre nel 2016 erano state 144. Nel 2008, invece, erano meno della metà, segno che le discriminazioni stanno aumentando, come riporta Repubblica.it.

Adesso, però, c’è più attenzione sul fenomeno a seguito dell’assassinio di Dandara Dos Santos, trans di 42 anni, freddata in pieno giorno a Fortaleza il 15 febbraio 2017. Un fatto che ha sconvolto il Brasile. “L’omicidio è stato scioccante perché sono circolate quelle immagini ma la triste realtà è che succede ogni giorno” è stato il commento di Toni Reis, direttore di Lgbt Alliance, associazione con sede negli Usa. Secondo la Ong Transgender Europe, tra il 2011 e il 2016 è stato proprio il Brasile il Paese in cui sono state uccise più persone trans, nonostante le aperture del governo locale come la legalizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso.

A frenare i diritti della comunità Lgbt sarebbe soprattutto la comunità evangelica, ovvero una delle fedi più importanti del Brasile con ampio consenso anche all’interno del Congresso, dunque con una rilevante influenza politica.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...