Incinta dell'amante, nasconde la gravidanza dal marito e abortisce 2 giorni prima del parto - Roba da Donne

Si chiama Sarah Catt, 35 anni, la donna che ha nascosto la pancia fino alla fine, acquistando del misoprostolo su internet per indurre il travaglio e abortire. Ha dichiarato che il bambino è nato morto e che l’ha sotterrato e ha pulito il bagno senza che il marito si rendesse conto di nulla.

Tuttavia ulteriori indagini della polizia hanno svelato che il bambino è stato abortito solo due giorni prima del parto, e il giorno dopo aver compiuto l’orribile gesto la donna sarebbe andata in vacanza in Francia come se non fosse successo nulla.

Il dailymail riporta che quando la donna è stata scoperta ha dapprima tentato di convincere la polizia ad aver avuto un aborto legale, pagando una clinica, ma poi i controlli  sul suo computer hanno accertato la verità. Se la signora Catt è stata condannata a una pena di 8 anni di reclusione (e non 12) è perché, alla fine, ha confessato di aver deliberatamente assunto del veleno per riuscire ad abortire.

Il commento del giudice quando ha condannato la donna a otto anni di reclusione (non 12, poiché ha ammesso il fatto) è stato:

“La signora Catt ha derubato un bambino apparentemente sano, vulnerabile e senza difese della vita che stava per iniziare e senza mostrare alcun rimorso per quanto fatto”

Vieni da chiedersi per quale motivo non abbia abortito sin da subito questa donna, pensate che non è neppure la prima volta che fa una cosa del genere! Da giovane nascose una gravidanza ai genitori e diede in adozione la figlia, in seguito ebbe un aborto legale e uno dei figli avuti col marito sarebbe nato solo perché troppo avanti coi tempi per abortire. Onestamente non riesco proprio a capirla!!!

Articolo originale pubblicato il 31 Luglio 2013

La discussione continua nel gruppo privato!