logo
Stai leggendo: La Rivoluzione Delle “Curvy” A Miss Italia: Intervista A Elisa D’Ospina

La Rivoluzione Delle "Curvy" A Miss Italia: Intervista A Elisa D'Ospina

L’abbiamo incontrata un caldo pomeriggio di fine maggio a Rovereto (Trento), il suo libro “Una vita tutta curve” ha venduto tantissimo e ha contribuito ad andare oltre l’opinione che associava, in un rapporto indissolubile, le parole modella e magrezza. Ora la ritroviamo tra i componenti della giuria di Miss Italia.

La rivoluzione “Curvy” a Miss Italia: intervista a Elisa D’Ospina
Non neghiamo che prima di vederla eravamo un pochino agitate; insomma, non capita tutti i giorni di parlare con una delle modelle italiane più richieste a livello nazionale e internazionale.
Una volta sedute al tavolino con lei, con il marito e con alcune persone del suo staff, siamo state travolte da un senso di normalità e famiglia a dir poco sorprendente.

Niente aria da “voi non sapete chi sono io”, niente assistenti che ti ringhiano contro, niente clima teso e sostenuto.

Lei è Elisa D’Ospina, top model internazionale che ha calcato le passerelle più importanti della moda ed è la ragazza più richiesta nel settore del conformato ma è anche, e soprattutto, una scrittrice impegnata su più fronti nella lotta contro i disturbi del comportamento alimentare.

L’abbiamo vista spesso e volentieri su Rai 2 a “Detto Fatto” in veste di curvy coach, impegnata a dare consigli moda alle donne di tutte le taglie, l’abbiamo letta su “Vogue Italia” e “Leonardo.it” nonché su “Il fatto quotidiano”.

Il suo libro “Una vita tutta curve” ha venduto tantissimo e ha contribuito ad andare oltre l’opinione che associava, in un rapporto indissolubile, le parole modella e magrezza. Ha anche aperto un po’ gli occhi a tante donne insoddisfatte o insicure della propria fisicità soltanto perché non rientrava nei canoni che la moda e la tv ci impongono.

Ci accoglie seduta al bar intenta a sorseggiare qualche cosa di fresco, e ci travolge con la sua bellezza e il suo sorriso contagioso.

Ok… bella, anzi, bellissima, di successo, famosa, impegnata e pure simpatica. Smascheriamo questa ragazza… avrà pure qualche difetto!!!! Ci spiazza anche in questo.

Dopo un quarto d’ora di chiacchierata ci troviamo assolutamente rapite da questa ragazza, dal suo entusiasmo, dalla sua passione e dalla sua risoluta decisione.

Affronta tutto con un sorriso dolcissimo ma ha la determinazione di caterpillar.

L’intervista che avevamo programmato salta per un imprevisto organizzativo ma rimaniamo d’accordo di rimanere in contatto e di rivederci.

Nel frattempo l’abbiamo seguita tramite i social network per tutta l’estate e ora la ritroviamo tra i componenti della giuria di Miss Italia; quale migliore occasione per disturbarla e farle qualche domanda?

1 – Ciao Elisa, ti abbiamo vista molto attiva questa estate. Hai ritirato numerosi premi per il tuo impegno nella lotta contro i disturbi alimentari, l’ultimo il prestigioso Premio Posidone in Sicilia. Ora che, anche grazie al tuo lavoro, il concetto di “donna bella = donna sana” si sta diffondendo a macchia d’olio come si rapportano con te le donne? Hanno cominciato a prendere un po’ più fiducia in loro stesse?

Mi scrivono in tante e questa è la cosa che mi rende più felice. Il libro è stato un input per prendere in mano la loro vita, ritrovare la loro femminilità o semplicemente un equilibro che mancava da tempo. Sui social network mi postano le loro foto, il loro cambiamento, o mi dedicano lettere raccontandomi la loro storia.

La rivoluzione “Curvy” a Miss Italia: intervista a Elisa D’Ospina

2 – Abbiamo visto che su instagram hai portato avanti la tua iniziativa con gli hastag #adottalatuacellulite e #loveyourself con i quali esortavi le tue lettrici ad amarsi a prescindere da qualche piccola imperfezione e di mostrare, orgogliose, il proprio corpo. Sei anche andata controcorrente rispetto a tante tue colleghe modelle che si photoshoppano in ogni occasione; sei stata tu la prima a fotografarti senza alcun filtro. Quali sono stati i risultati? Le lettrici hanno preso un po’ di coraggio e di consapevolezza che sono belle anche se hanno qualche buchetto di cellulite o qualche rughetta in più?

Non possiamo negare a noi stesse la nostra natura, la donna ha tutto questo: cellulite, smagliature, brufoli, rughe, capelli bianchi, pelle che cede etc… Perchè vergognarsene? Ci sono tantissimi progetti che all’estero hanno immortalato le donne nella loro autenticità. Vergognarsi di essere se stesse perché lontane dai canoni mediatici è una follia. Ecco perché da anni denuncio l’abuso di photoshop e di tutte quelle tecniche che ci rendono eteree a qualunque età. Oltre che sognare è bello anche confrontarsi con la realtà: il corpo della donna cambia e solo parlandone alcuni problemi che sembrano insormontabili diventano piccole dune da scavalcare con facilità.

La rivoluzione “Curvy” a Miss Italia: intervista a Elisa D’Ospina

3 – Ci aiuti a spiegare alle nostre lettrici il concetto di curvy. Anche nei nostri articoli nominiamo spesso questo aggettivo ma dobbiamo ammettere che c’è una gran confusione in merito e visto che anche Miss Italia, nella quale sei impegnata in questi giorni, non è esclusa dalle polemiche che girano attorno al mondo “curvy”. Abbiamo visto le foto delle 3 ragazze che partecipano nella categoria “soft curvy” e ci siamo trovate a commentare, come gran parte dei lettori delle pagine dei tuoi social, che, vedendole passare per strada, difficilmente le avremmo mai associate alla parola curvy. Tu cosa ne pensi?

Curvy è un modo carino per dire formosa. In particolare lo ho usato fin dall’inizio, chiedendolo in prestito all’America, perché non volevo essere etichettata come “modella taglia forte” (visto che per la moda la prima taglia forte è una 44). Curvy vuol dire formosa ma in salute, non si parla di obesità. Come ben sappiamo, purtroppo, l’obesità fa parte dei disturbi alimentari.

Per quanto riguarda Miss Italia quest’anno non ci sono delle vere rappresentanti della categoria curvy, ma essendo in giuria tecnica, ho voluto premiare chi delle proprie curve ne faceva un vanto. Avere un seno prosperoso per molte è un complesso, così come avere dei fianchi più sinuosi. Le tre ragazze di quest’anno sono fiere di loro stesse e questo è molto più importante della taglia che indossano.

La rivoluzione “Curvy” a Miss Italia: intervista a Elisa D’Ospina

4 – Una volta finita Miss Italia quali sono i tuoi prossimi impegni? Ti rivedremo su Rai 2?

Sicuramente scrivere. Lo faccio da quando avevo sei anni. Per ora sono ancora in tour per l’Italia per presentare il mio libro. Dalla settimana prossima tornerò a “Detto Fatto” su Rai2 con Caterina Balivo, con qualche novità in più rispetto all’anno scorso 🙂

Grazie mille per il tempo che ci hai dedicato, in bocca al lupo per tutto, speriamo di incontrarci presto. Mi raccomando, salutaci tanto la tua nonna della quale ci siamo follemente innamorate.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...