logo
Stai leggendo: Ora esiste una laurea per diventare influencer: a cosa serve davvero?

Ora esiste una laurea per diventare influencer: a cosa serve davvero?

Sognate di diventare i prossimi Fedez e Chiara Ferragni? Il nuovo corso di laurea in influencer sta suscitando scalpore in tutto il mondo.

Ebbene sì, esiste davvero un corso di laurea in influencer, il nuovo progetto portato alla luce dall’università italiana online eCampus. Si tratta di una notizia che sta suscitando molti commenti – e anche qualche critica, naturalmente. D’altronde, è una novità assoluta in tutto il mondo, tanto che da giorni chiunque ne sta parlando. Basta “sfogliare” qualche giornale straniero, quelli americani in primis, per rendersene conto.

Il fenomeno influencer è letteralmente esploso qualche anno fa, quando una giovane Chiara Ferragni si è affacciata in questo mondo ed è riuscita a raggiungerne la vetta. Con sacrificio, fantasia, impegno e dedizione, colei che era solo una fashion blogger senza alcuna fama si è fatta strada sul web fino a diventare un’influencer internazionale tra le più stimate del pianeta. Da una passione ha saputo ricavare un vero mestiere e, pioniera in un mondo oggi sempre più social, è diventata l’idolo di milioni di giovanissimi in ogni angolo del globo.

Sono tanti i ragazzi che vorrebbero imitarla, e magari raggiungere la sua stessa notorietà. Impresa non certo facile, ma chi ha detto che si tratti di un obiettivo impossibile? La nuova laurea in influencer punta proprio a dare ai suoi studenti le capacità e gli strumenti per imparare i segreti del web, ma anche e soprattutto per conoscere a fondo un nuovo metodo di comunicazione, quello dei social media.

In molti hanno criticato questa novità – e i commenti negativi, le derisioni e le prese in giro sono ancora all’ordine del giorno – forse perché non si è compresa appieno la sua reale portata. Magari nessuno potrà frequentare un comune corso universitario e, in un attimo, diventare la nuova Chiara Ferragni del prossimo decennio. Magari si tratta di un obiettivo irraggiungibile, ma sicuramente questo percorso di studi offrirà ai suoi studenti un’alternativa innovativa, al passo con i tempi.

Ricordiamo che oggigiorno gran parte del business passa proprio dai social: dalla moda ai viaggi, dalla cucina al make up, è su Instagram che tutto avviene. Non poteva essere altrimenti, visto che i giovani – e non solo! – utilizzano questo metodo di comunicazione più di qualsiasi altro. Dunque, imparare a conoscere il web e il mondo dei social, sfruttarne appieno ogni segreto e apprendere gli strumenti necessari per dominare questa nuova modalità di comunicazione può rivelarsi una strategia di successo.

E in effetti il corso di laurea in influencer fa parte della facoltà di Scienze delle Comunicazioni, che da sempre punta a sviluppare abilità volte a dominare i processi comunicativi umani. Ed è questo un mondo in continua evoluzione: basti pensare a quante nuove professioni, imperniate proprio sull’utilizzo della comunicazione, sono nate negli ultimi 20 anni grazie alla diffusione di internet. Ora un nuovo lavoro è quello dell’influencer e se è nato dall’invettiva di alcuni ragazzini che hanno deciso di dedicarvisi partendo da zero alla ricerca di notorietà, ora non si può più negare che sia un mestiere per il quale è necessario studiare e che non c’è più motivo di riderne.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...