logo
Stai leggendo: Lola Kirke, la risposta dell’attrice agli insulti per quei peli sotto le ascelle sul red carpet

Lola Kirke, la risposta dell'attrice agli insulti per quei peli sotto le ascelle sul red carpet

Durante la 74ª edizione dei Golden Globe svoltasi domenica 8 gennaio, la bellissima Lola Kirke si è presentata sul red carpet con un particolare non poco evidente che ha suscitato le critiche del popolo del web. La risposta dell'attrice non è tardata ad arrivare sul suo account Instagram. Scopri tutti i dettagli della vicenda.
Fonte: Vincent Sandoval – Getty Images

Domenica 8 gennaio si è svolta la 74ª edizione dei Golden Globe e tra le numerose stelle dello spettacolo è spiccata con non poco rumor la bellissima Lola Kirke, l’attrice statunitense figlia della celebre proprietaria del negozio d’abbigliamento Geminola (scelto accuratamente dal cast di Sex and The City per far indossare alle protagoniste molti dei suoi abiti), e di Simone Kirke, famoso membro musicale del gruppo hard rock britannico Free (sciolto nel 1973) e dell’attuale gruppo musicale Bad Company fondato nel 1974, sciolto nel 1982 e poi ripreso nel 1986 (ancora oggi è in attività).

La presenza di Lola Kirke sul red carpet dei Golden Globe ha fatto e sta continuando a far molto discutere, soprattutto nel mondo dei social network. La giovane attrice, infatti, con un “piccolo” particolare, senza pronunciare neanche una parola, ha voluto lanciare un messaggio molto importante e ci è riuscita!

Nonostante la sua bellezza e la sua raffinatezza nell’indossare il bellissimo abito firmato Andrew Gn, Lola ha voluto rompere gli standard Hollywoodiani lasciando qualcosa al naturale e… no! Non stiamo parlando del trucco (anche se anche da quel punto di vista è rimasta molto semplice) ma della presenza dei peli sotto le ascelle (incubo per molte donne).

La maggior parte di noi non sognerebbe mai di mostrarsi in pubblico, tra l’altro ad un evento così importante, con peli veramente folti e lunghi sotto le ascelle, ma Hollywood è un mondo dalle varie personalità ed esistono anche casi come questo. È inutile negare, quindi, che Lola è stata duramente criticata ma lei non si è fatta sopraffare dai giudizi e ha risposto sul suo account Instagram in maniera decisamente ironica:

“Ok! Ora sono davvero pronta! Grazie a tutte le belle persone che non mi hanno mandato minacce di morte a causa dei miei #meravigliosi #pelisottoleascelle. E grazie a @susanwinget per farmi sentire sempre al top, a @reginaharris per il trucco, a @blakeerik per i capelli e a @andrewgn per il meraviglioso abito.”

Chi segue Lola su Instagram già era a conoscenza del fatto che si sarebbe presentata sul red carpet con i peli sotto le ascelle. Lo conferma il fatto che qualche ora prima aveva pubblicato un video proprio sul social nel quale l’attrice, in slip e reggiseno (e con i peli ben in evidenza), ballava pronta per i Golden Globe.

Red carpet ready!

Un video pubblicato da Lola Kirke (@lolakirke) in data:

Ma non è la prima volta che la bella attrice sfoggia i suoi peli sotto le ascelle, solo chi non la segue non ne è a conoscenza. È capitato spesse volte, infatti, che Lola – anche con molta ironia – abbia sfoggiato i suoi peli senza alcun tipo di problema e lo dimostrano le sue foto su Instagram:

This asshole won't leave me alone.

Una foto pubblicata da Lola Kirke (@lolakirke) in data:

Lola non intende rinunciare ai suoi peli (è come se avesse una sorta di odio verso la depilazione) lo dimostra il fatto che anche negli episodi di “24 hours breakfast club” per Lady.tv l’attrice non esita neanche un attimo a mettere in mostra i suoi peli quasi come se fossero loro i veri protagonisti della scena:

“Il nuovo episodio di #24hoursbreakfastclub a cura di @richardkernnyc per @lady_tv non è del tutto politico. A meno che i #pelisottoleascelle non vengano considerati una causa.”

Nonostante il libero arbitrio, molte donne non condividono la scelta di Lola, soprattutto perché, durante eventi importanti come i Golden Globe, viene immortalata costantemente da fotografi di tutto il mondo. Voi che ne pensate? Condividete la scelta di Lola?