(Finalmente) il trailer in italiano di Madres Paralelas

Con questo film, nelle sale dal 28 ottobre 2021, Pedro Almodóvar ha aperto il 78esimo Festival del Cinema di Venezia. Il regista mette in scena ancora una volta l'universo femminile e lo fa toccando il tema della maternità.

Finalmente la Warner Bros presenta il nuovo trailer italiano e la locandina ufficiale di Madres paralelas, l’atteso film diretto Pedro Almodóvar. La pellicola, che ha aperto la prima serata della 78esima Mostra del Cinema di Venezia, esce nelle sale il 28 ottobre 2021. Il lungometraggio, prodotto da El Deseo, con la partecipazione di RTVE e Netflix, ha fatto vincere a Penélope Cruz la Coppa Volpi come migliore attrice. Con lei nel cast anche Milena Smit, Aitana Sánchez-Gijón, Israel Elejalde, Julieta Serrano e Rossy de Palma.

Il trailer preannuncia la storia di Janis e Ana, due donne che condividono la stanza di ospedale nella quale stanno per partorire. Sono entrambe single e tutte e due si ritrovano a dover affrontare una gravidanza inattesa. Janis, tra i 40 e i 50 anni, non ha rimpianti e nelle ore che precedono il parto esulta di gioia. Ana invece è un’adolescente spaventata di soli 17 anni, contrita e traumatizzata. Janis tenta di rincuorarla mentre passeggiano tra le corsie dell’ospedale come delle sonnambule. Le poche parole che scambiano in queste ore creeranno un vincolo molto forte tra loro e il destino, nel fare il suo corso, complicherà in maniera clamorosa le vite di entrambe.

"Madres Paralelas" di Pedro Almodóvar apre il Festival di Venezia 2021: il trailer

Con questo ultimo lavoro Almodóvar continua a trattare uno dei temi a lui cari, l’universo femminile in tutte le sue contraddizioni, fragilità e sfumature. Ma anche la forza, l’indipendenza delle donne e allo stesso tempo la necessità di essere amate senza se e senza ma. Attraverso il racconto della maternità, il film mette in scena anche i misteri legati alla nascita e alla morte e nella trama le protagoniste si interrogano intimamente sulle proprie origini andando a ricercare un’identità personale dimenticata.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!