Giornata nera per il negozio Prada di via della Spiga, nel Quadrilatero della moda a Milano: oggi, infatti, ha subito un furto da oltre 100mila euro. Come scrive l’agenzia di stampa Ansa.it, durante la notte due uomini col volto coperto hanno infranto la vetrina del negozio portando via una cinquantina di prodotti tra borse e portafogli dal valore stimato in più di 100mila euro. L’allarme è scattato poco dopo le 3 di notte quando i ladri erano riusciti a scappare via, ancor prima dell’arrivo dei carabinieri. Tuttavia non sarà difficile risalire ai volti dei malviventi grazie all’acquisizione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza da parte degli investigatori che dovranno far luce sull’accaduto.

Sempre a Milano, il 20 dicembre, due rapinatori hanno fatto irruzione in un altro negozio di lusso, stavolta una gioielleria, stavolta armati di una mazza e di una pistola, portando via orologi per un valore superiore ai 100mila euro. Hanno minacciato i dipendenti con l’arma, sfondato le vetrine con la mazza e portato via la refurtiva.

Furto nella Multisala: rubato l'incasso del film di Checco Zalone "Oltre100mila euro"

Mario Peserico, vicepresidente di Unione Confcommercio, interpellato da Tgcom24, ha espresso grande preoccupazione per la mancanza di collaborazione da parte dei cittadini elogiando poi il lavoro dell’autorità pubblica: “Le forze dell’ordine mi hanno confermato che nel periodo natalizio c’è sempre stata una recrudescenza di avvenimenti criminali come borseggi o rapina con spaccate di vetrine. Vedo come lavorano tutte le forze dell’ordine e non siamo preoccupati perché l’attenzione è alta. Anche regione e comune si sono mosse per incrementare il numero di telecamere grazie alle quali ci avvicineremo al 100% di cattura dei responsabili. Non va dimenticato che le forze dell’ordine hanno sempre gli stessi organici a settembre come a dicembre e fanno il massimo”. “Quello che manca è un maggior senso civico da parte dei cittadini che dovrebbero segnalare più puntualmente le cose che non vanno” ha concluso.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!