logo
Stai leggendo: Morto l’ultimo esemplare di rinoceronte maschio bianco: ma forse non si estinguerà

Morto l'ultimo esemplare di rinoceronte maschio bianco: ma forse non si estinguerà

All’eta di 45 è morto per cause naturali l’ultimo rinoceronte bianco del nord, al mondo esistono solo due esemplari femmine: ecco come si eviterà l’estinzione totale.
Morto l'ultimo esemplare di rinoceronte maschio bianco: ma forse non si estinguerà

Addio a Sudan, l’ultimo esemplare maschio di Rinoceronte bianco del Nord. La morte è stata annunciata in un tweet della riserva naturale dove viveva, insieme a altre due femmine della stessa sottospecie, che annuncia “Morto per complicazioni legate all’età”. Le condizioni di salute di Sudan nelle ultime settimane si erano aggravate a causa di una infezione che era tornata a colpirlo alla schiena e alla gamba destra così la decisione, dura e combattuta presa dagli operatori e veterinari del Ol Pejeta Conservancy in Kenya, di procedere con la soppressione attraverso una puntura che lo ha addormentato per sempre.

L’ultimo maschio di rinoceronte bianco settentrionale è morto ma la sottospecie potrebbe salvarsi dall’estinzione totale grazie a Najin e Fatu, le due femmine che vivevano con Sudan. Elodie Sampere, portavoce della riserva, ha infatti spiegato che campioni di sperma dell’animale sono stati conservati nella speranza di inseminare artificialmente con successo uno dei due rinoceronti femmina rimaste. Le due femmine sono figlia e nipote di Sudan e proprio su di loro si punta per salvare il rinoceronte bianco settentrionale dall’estinzione totale.

Esperimenti di fecondazione in vitro sono già stati fatti in passato ma non hanno mai portato gli esiti sperati. Qualche mese fa per provare a raccogliere fondi per la ricerca sulla procreazione assistita per i rinoceronti era anche stato creato un finto account sull’app per incontri Tinder per Sudan: la curiosa iniziativa aveva fatto raccolto diversi milioni di dollari per la ricerca.

All’età di 45 anni il Sudan era molto vecchio, con più di 100 anni in equivalenti anni umani che è morto quasi per morte naturale. La sua morte però deve farci arrabbiare e riflettere perché rappresenta il risultato delle azioni dell’uomo su questa specie, tra bracconaggio e caccia,  l’uomo ha portato alla quasi estinzione di una specie che vagava per questo pianeta con i dinosauri.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...