logo
Stai leggendo: Neonata Rischia la Vita per un Herpes. La mamma: “Non fateli Baciare!”

Neonata Rischia la Vita per un Herpes. La mamma: “Non fateli Baciare!"

Per fortuna Claire Henderson, mamma di Brooke, nemmeno un mese di vita, si è ricordata al momento giusto di un articolo condiviso da un amico sui rischi dell'herpes labiale nei neonati: ha portato Brooke in ospedale non appena ha visto delle crosticine sulle labbra. La piccola ha rischiato la vita per l'herpes trasmesso dal bacio di un adulto.
brooke herpes labiale bimba
Fonte: cosmopolitan.com

Ci sono coincidenze che salvano la vita. Come quando un amico condivide con te un articolo su Facebook, cui magari  lì per lì non dai nemmeno troppo peso. Ma la memoria si riattiva al momento giusto. Come è capitato a Claire Henderson, che ha pubblicato su Facebook la foto di sua figlia e nemmeno un mese di vita, la piccola Brooke, con la bocca ricoperta di herpes che l’hanno quasi uccisa.

Può sembrare un banalità, per chi è adulto. Ma per i neonati il virus Herpes Simpex 1 può essere letale, perché non hanno ancora sviluppato gli anticorpi per combatterlo. Non si sa come la piccola Brooke abbia contratto il virus, ma è molto probabile che le sia stato “passato” da qualche adulto che se l’è coccolata sbaciucchiandola sulla bocca. E il messaggio di mamma Claire vuole essere proprio questo: “Non permettete a nessuno di baciare i vostri figli sulla bocca”. Ecco il testo integrale del post che Claire Henderson ha scritto su Facebook associato alla foto di Brooke:

Per favore, condividete con ogni mamma o donna incinta che conoscete. L’herpes labiale può essere fatale per un bambino. Prima dei tre mesi di vita, il piccolo non riesce a combattere il virus dell’herpes. Se lo contrae, questo può causare danni al cervello e al fegato che possono condurre alla morte. So che può sembrare che io voglia generare allarmismo ma, se quel mio amico non mi avesse detto che la mia bambina si sarebbe potuta ammalare seriamente, non avrei notato i segnali e non l’avrei portata al pronto soccorso. Siamo stati in ospedale per tre giorni e ne abbiamo altri due da passare qui. Lei è molto fortunata, tutti i test hanno dato buoni esiti. La morale della storia è questa: NON permettete a nessuno di baciare i vostri neonati sulla bocca, anche se non sembra che abbiano l’herpes labiale: l’85% della popolazione è portatrice del virus. E se qualcuno ha avuto da poco l’herpes labiale chiedetegli di stare lontano almeno finché non sia passato del tutto. Tutte le persone con cui ho parlato di questa storia non ne sapevano nulla quindi credo che sia importante condividere ciò che è successo a Brooke e cercare di evitare a chiunque di vivere ciò che abbiamo dovuto vivere noi questa settimana.

 Ricordandosi dell’articolo condiviso dall’amico, Claire, subito dopo aver notato delle crosticine attorno alle labbra di Brooke, ha deciso di portare la neonata in ospedale, dove hanno confermato che le condizioni della bimba erano effettivamente gravi. I rischi in questo caso sono pesantissimi: i bimbi possono incorrere in danni neurologici o, nel caso peggiore, addirittura morire. Non è un’evenienza frequente, per fortuna, visto che i neonati ereditano le difese immunitarie dalla mamma, ma bisogna ricordare che può succedere.

Brooke è rimasta in ospedale per alcuni giorni, e ora sta bene. Ciò nonostante, Claire è determinata a portare avanti la sua battaglia:

Ho letto altre storie di bambini deceduti a causa di questo virus. È spaventoso e lo è ancor di più perché non se ne parla. Spero davvero che questa storia possa aiutare i genitori a riconoscere le prime avvisaglie, in modo che agiscano il più velocemente possibile.

Non ha torto, Claire: nel 2008, ABC News ha riportato la notizia della morte di una neonata portata in ospedale con febbre alta e rash cutanei, una settimana dopo aver contratto il virus HSV-1.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...