logo
Stai leggendo: Professione oncologhe: Luisa e Francesca premiate per le ricerche sul tumore

Professione oncologhe: Luisa e Francesca premiate per le ricerche sul tumore

Le oncologhe italiane Francesca Battaglin e Luisa Carbognin sono state premiate negli Usa per le loro ricerche sul tumore.
Le oncologhe italiane Francesca Battaglin e Luisa Carbognin sono state premiate negli Usa per le loro ricerche sul tumore.

Le oncologhe italiane Francesca Battaglin e Luisa Carbognin sono state premiate negli Usa per le loro ricerche sui tumori effettuate presso Istituto Oncologico Veneto di Padova e l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona. Le due dottoresse hanno ricevuto il Merit Award, un premio assegnato ai migliori ricercatori oncologici giovani consegnato durante il meeting annuale dell’American Society of Clinical Oncology: il più importante meeting scientifico mondiale dedicato alla lotta al tumore.

Francesca e Luisa saranno 2 dei 7 ricercatori italiani a ricevere il prestigioso premio che viene assegnato a 70 giovani oncologi di tutto il mondo che, con le loro ricerche, hanno portato avanti gli studi per combattere il tumore in ogni sua declinazione.

Francesca Battaglin ha ricevuto il premio per la sua ricerca sulle variazioni genetiche nel tumore del colon mentre Luisa Carbognin con una su un driver per prevedere l’evoluzione di un tumore al seno. La dott.ssa Carbognin, che da due settimane ha iniziato una nuova avventura professionale al Gemelli di Roma, ha commentato il risultato dicendo: “Questo premio prestigioso rappresenta una tappa per continuare la ricerca sui tumori al seno più rari, che ad oggi presentano ancora molti aspetti sconosciuti”.

In una nota stampa il governatore Luca Zaia dice: “Grandi notizie per la ricerca oncologica veneta arrivano dagli Stati Uniti, una prestigiosa conferma delle capacità e della qualità espressa dalla nostra sanità, con due enormi soddisfazioni, che rispondono al nome di Francesca Battaglin, dell’Istituto Oncologico Veneto di Padova e di Luisa Carbognin dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona. Hanno meno di 70 anni in due, 33 e 34 anni, e sono già al vertice mondiale. Grandi donne, grandi venete, alle quali faccio, con orgoglio, i miei complimenti”.

Due cervelli italiani che continuano a fare ricerca in Italia con ottimi risultati, due donne che con caparbietà e costanza hanno dimostrato di saper raggiungere risultati sempre più importanti.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...