Papa Francesco in udienza con il prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, mons. Gerhard Ludwing Muller affronta il grave problema della pedofilia nella Chiesa e non solo. “Continuare nella linea voluta da Benedetto XVI perche’ si agisca con decisione per quanto riguarda i casi di abusi sessuali, promuovendo anzitutto le misure di protezione dei minori, l’aiuto di quanti in passato abbiano sofferto tali violenze, i procedimenti dovuti nei confronti dei colpevoli’‘.

Durante l’udienza, ha spiegato una nota della Congregazione per la dottrina della Fede, sono stati trattati ”vari argomenti di competenza del dicastero” e, tra questi, largo spazio ha trovato la riflessione sui casi di abuso sessuale su minori perpetrati da religiosi.

Tra le altre misure che il papa ha chiesto, anche la prosecuzione dell’impegno “delle Conferenze episcopali nella formulazionee attuazione delle direttive necssarie in questo campo, tanto importante per la testimonianza della Chiesa e la sua credibilità”.

Continua quindi la battaglia iniziata da Benedetto XVI alla pedofilia che per troppo tempo, soprattutto durante il pontificato di Giovanni Paolo II, venne taciuta e mai combattuta. Papa Francesco dopo aver cacciato il cardinale Bernard Law, ed aver con forza elogiato il ruolo della donna e dei giovani nel mondo prosegue sulla nuova linea tracciata già da Benedetto XVI per una Chiesa Cattolica.

Articolo originale pubblicato il 5 Aprile 2013

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!