La leggendaria pietra giapponese Sesshō-Seki, chiamata gergalmente “la pietra assassina”, è una pietra vulcanica che si trova tra le montagne vulcaniche di Nasu, un’area della prefettura di Tochigi, in Giappone, famosa per le sorgenti termali sulfuree.

Il fatto che la roccia si sia spaccata in due, probabilmente a causa degli agenti atmosferici, non è una buona notizia per i giapponesi: infatti, nel folklore del Sol Levante si crede che la pietra contenesse lo spirito di Tamamo-no-Mae, una stupenda donna che, secondo la leggenda, ha fatto parte di un piano segreto ordito da un signore della guerra per uccidere l’imperatore Toba, che regnò dal 1107 al 1123.

La vera identità di Tamamo-no-Mae sarebbe quella di un demone kitsune, una volpe a nove code: nella mitologia dell’Asia orientale la volpe a nove code è conosciuta come un demone, spesso malvagio, che possiede, nella versione giapponese della kitsune, la capacità di mutare forma.

I giapponesi credono che la “pietra assassina”, contenente lo spirito di Tamamo-no-Mae, abbia molti poteri nefasti e che sia in grado di uccidere chiunque la tocchi, sprigionando gas velenosi. Il sito di sorgenti termali sulfuree a Tochigi, dove si trova la pietra, è diventato un’attrazione turistica.

Su Twitter sono subito circolate le prime immagini della pericolosa pietra, spaccata a metà, sollevando preoccupazione tra i più superstiziosi, ora che lo spirito di Tamamo-no-Mae sarebbe uscito dalla pietra, libero di vagare per il mondo.

Come riporta la stampa, le autorità della prefettura giapponese hanno detto che già da qualche tempo sulla pietra era visibile una crepa, che molto probabilmente si era estesa con le piogge e le rigide temperature invernali.

Lo strano caso del liocorno del circo Barnum. Storia di una bugia violenta

Secondo il giornale Shimotsuke Shimbun, nei prossimi giorni le autorità locali e nazionali si riuniranno per valutare il destino della famosa pietra, per esempio se sia il caso di riassemblarla. In particolare, il funzionario del turismo di Nasu ha dichiarato la sua ferma volontà di riportare la Sessho-seki alla sua forma originale, in modo che anche i più superstiziosi possano stare tranquilli che lo spirito di Tamamo-no-Mae sarà sempre chiuso, al sicuro, all’interno della leggendaria pietra.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!