logo
Stai leggendo: Piovono stelle cadenti: preparate i desideri, ecco quando e come vederle

Piovono stelle cadenti: preparate i desideri, ecco quando e come vederle

Nella notte fra il 21 e il 22 ottobre 2017, grazie alla quasi totale assenza della Luna, sarà possibile vedere le meteore Orionidi. Ecco tutto ciò che c'è da sapere su questa pioggia di stelle.

Il mese di ottobre è ormai cominciato e ha deciso di sorprenderci con un evento davvero magico. Se state pensando di esprimere un desiderio a breve aspettate questo fine settimana per farlo: nella notte fra il 21 e il 22 ottobre 2017 sarà infatti possibile vedere in modo particolarmente nitido le meteore Orionidi, stelle cadenti protagoniste indiscusse della stagione autunnale. Quest’anno, a differenza dei precedenti, saranno visibili grazie alla quasi totale assenza della Luna (visibile solo per una percentuale pari all’1%).

Ma cos’è davvero questa pioggia di stelle? Le meteore Orionidi sono in realtà detriti dalla cometa di Halley, per questo motivo ci sembrerà di scrutare nel cielo una vera e propria scia di polvere fatata. Come detto precedentemente, queste particolari meteore sono attive nei mesi autunnali (da ottobre a novembre) ma è solo nei giorni che vanno dal 18 al 23 ottobre 2017, quando la Terra con il suo normale moto incontra diverse zone colpite dai frammenti, che è possibile vederle con più chiarezza. Un’occasione più unica che rara, quindi, che ci regalerà circa 20-30 stelle cadenti ogni ora.

Fonte: Greenme.it

Ma come fare per prepararci al meglio alla caduta di questa pioggia di stelle? Il momento più propizio per avvistarle sarà dopo la mezzanotte, quando il punto da cui hanno origine (chiamato radiante, in termini scientifici) sarà alto nell’orizzonte orientale. Il particolare nome di queste meteore, Orionidi, deriva infatti proprio dal loro radiante il quale di trova a Nord rispetto alla seconda stella più luminosa della costellazione di Orione. Si tratterà quindi di un evento imperdibile che vedrà coinvolte delle meteore di colore giallo-verde a una velocità pari a 66 km/h. Dal canto suo, anche Facebook non si è lasciato sfuggire il momento: il caro Mark Zuckerberg ha infatti annunciato l’arrivo delle meteore Orionidi attraverso una piccola immagine fissata in alto nella bacheca del social.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...