Digitare lo schwa (ə) era già possibile sui dispositivi Android aggiornati: adesso, con l’arrivo dell’aggiornamento IOS 15, si potrà farlo anche con gli iPhone.

Basterà tenere premuta la “e” della tastiera iPhone e insieme ai vari accenti e le varianti della lettera comparirà anche lo schwa.

Lo schwa è un simbolo fonetico che i linguisti usano da decenni per indicare il plurale includendo uomini e donne. Ad esempio, invece di scrivere “noi tutti”, che ovviamente esclude il femminile, si può usare lo schwa, facendolo diventare “noi tuttə”. Si tratta di una desinenza che non solo include sia maschile che femminile, ma che viene usata anche al posto della desinenza maschile o femminile da chi non si riconosce nel binarismo di genere.

Non binario, il diritto (e l'orgoglio) di non riconoscersi maschio o femmina

In italiano non siamo abituatə a questo simbolo, ma viene largamente usato nell’alfabeto fonetico internazionale come vocale centrale media. Facendo parte dell’alfabeto fonetico, inoltre, ha una pronuncia specifica che lo rende decisamente più efficace di altri sistemi usati per indicare il neutro come l’asterisco “noi tutt*”.

La pronuncia dello schwa è presente in molte lingue straniere, per esempio ha lo stesso suono della “e” nel francese “le” o della prima “a” dell’inglese “again“.

La tecnologia sta cercando di stare al passo con la società, che finalmente trova i modi per rendere tutto più inclusivo. Che la lingua italiana in particolare fosse misogina non è un mistero. Le donne vengono sistematicamente escluse dal plurale e questo perché anche la lingua, come ogni aspetto della società in generale, è stata costruita da uomini per gli uomini.

Inoltre è comprensibile quanto dovesse essere dura per una persona non binaria dover scegliere per forza di usare una desinenza maschile o femminile. Con l’utilizzo dello schwa nessuno si sentirà più esclusə e, con un po’ di pratica, questo simbolo fonetico si potrà usare anche nel parlato senza problemi.

Articolo originale pubblicato il 23 Settembre 2021

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!