A un anno dalla scomparsa di suo figlio, morto a causa di un’overdose un anno fa quando era ancora ventiquattrenne, Stephanie Seymour ha voluto dedicargli un ricordo su Instagram. La cinquantatreenne top model americana, sulla cresta dell’onda negli Anni ’90 quando lavorava per Victoria’s Secret, ha pubblicato una poesia davvero toccante, scritta dall’autrice Donna Ashworth, nella didascalia a corredo di un album fotografia che ritrae suo figlio, Harry Brant.

John Travolta e la forza di vivere dopo la morte di un figlio e della moglie

Mi sei mancato oggi ma non è una novità, mi sei mancato un milione di volte anche ieri”, ha esordito la modella. “Ho preso il telefono per sentirti, poi mi sono resa conto, ancora una volta, che non posso scriverti. Ho visto il tuo sorriso luminoso, almeno venti volte, e poi mi ricordo, è tutto nella mia mente. Guido senza presenza, il mondo sembra surreale, e arriva la tua canzone e questo non sembra reale”, ha proseguito Seymour.

“Mi sei mancato oggi come sempre, è utile sentire la tua mancanza, è tutto ciò che ho. Vorrei poterti trascinare qui per un po’. Ho paura di dimenticare la forma del tuo sorriso. Mi manchi oggi e mi mancherai domani, sembra che non ci sia fine a questo dolore. Ci provo ad andare avanti perché so che tu vorresti così, so che sei disposto a proteggermi da lassù. Mi manchi oggi, ma sto cercando di trovare un modo per andare avanti senza lasciarti indietro. Un modo sentire l’amore che avevamo, un modo per ricordarti e sentirci semplicemente… felici”, ha concluso la cinquantatreenne.

Brant era nato dall’unione di Seymour con l’imprenditore Peter Brant e prima di morire stava ritagliandosi un suo spazio nel mondo della moda, apparendo nella campagna di Vogue Italia e in quelle della casa di moda Balmain. Aveva anche lanciato una linea di trucco unisex insieme a suo fratello, Peter Brant, Jr., per i cosmetici MAC.

Penso che le persone possano sicuramente esprimersi in un modo fantastico attraverso il trucco perché si tratta di fantasia e permette di trasformarsi in qualcuno che potresti non essere necessariamente ogni giorno, quindi puoi scappare per una notte con questo nuovo personaggio” aveva detto Brant alla rivista W nel 2016.

Il giovane, come confermato anche dalla famiglia, era tossicodipendente da anni e nell’ultimo periodo era entrato nell’ordine di idee di recarsi in una clinica di riabilitazione per uscire dal tunnel della droga. Il giovane, purtroppo, non ha fatto in tempo e, con la sua scomparsa, ha lasciato un vuoto incolmabile nel cuore di Seymour.

 

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!