Uno dei luoghi comuni più diffusi riguarda il rapporto delle suocere con le loro nuore, a cui spesso si attribuisce una connotazione negativa. Eppure ci sono molte suocere che vanno d’accordo con le mogli dei loro figli e uno studio ha volute condurre analisi più approfondite sulla natura di questo rapporto privo di dissapori.

Lo studio in questione è stato condotto da Geoffrey Greif, docente dell’Università del Maryland, in collaborazione con il collega Michael Woolley. Lo scopo della loro ricerca (effettuata su 267 suocere) era quello di rilevare le caratteristiche tipiche delle suocere che conservano un buon rapporto con la propria nuora, così da poter finalmente porre fine alla credenza comune che non possa esserci pace tra le due parti. I risultati dello studio sono stati pubblicati su Social Work.

Ma come è stata realizzata la ricerca? Greif e Woolley hanno esaminato i punti di vista delle suocere che ritenevano avere un rapporto positivo e stretto con le loro nuore. La coppia di studiosi ha quindi cercato di capire i motivi alla base di questo rapporto sereno e sono stati in grado di elencare sei punti “focali”.

"Povera suocera: e se fossimo noi nuore le vere nemiche della mamma di lui?"

Nel primo caso, la suocera tendeva a percepire la nuora come una persona disponibile. Nel secondo caso, la suocera era contenta della nuora perché vedeva il figlio felice al suo fianco. Nel terzo caso, a unire le due donne erano gli interessi comuni.

Nel quarto caso la suocera si sentiva vicina al figlio e quindi avrebbe verosimilmente fatto tutto il necessario per andare d’accordo con sua moglie. Nel quinto caso la suocera non si sentiva esclusa dalla nuora e dal figlio, mentre nel sesto caso la suocera passava del tempo di qualità insieme alla nuora.

Questi risultati hanno portato all’individuazione di alcuni “trucchetti” in grado di migliorare il rapporto tra la suocera e la nuora. Il primo trucchetto è costruire un rapporto di fiducia e collaborazione con la nuora. “Sarebbe bene coinvolgere la propria nuora in situazioni in cui possa essere d’aiuto, costruendo così un certo livello di collaborazione”, ha dichiarato Greif.

La seconda cosa da fare sarebbe trovare interessi in comune, che possano aiutare le due donne a costruire un rapporto di amicizia. Un’amicizia che può anche aiutare la suocera a conservare un rapporto di qualità con il figlio. “È importante riconoscere che costruire un buon rapporto con la nuora può facilitare la vicinanza con il figlio, soggetto estremamente importante in questa relazione”, hanno dichiarato gli studiosi.

Infine, se si avverte tensione all’interno del rapporto con la nuora è bene chiarire cosa c’è che non va. “Sentirsi tagliate fuori non è piacevole. In tal caso, è importante cercare di capire perché sono nati questi sentimenti, tenendo a mente le esigenze che le coppie stanno vivendo, soprattutto se si hanno figli.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!