logo
Stai leggendo: Terremoto in Emilia, dei soldi raccolti con gli sms solidali non è ancora arrivato nulla!

Terremoto in Emilia, dei soldi raccolti con gli sms solidali non è ancora arrivato nulla!

Ai terremotati non è ancora arrivato un euro di tutti quelli che gli italiani hanno versato nei mesi scorsi mediante gli sms di solidarietà. E la colpa a quanto pare sarebbe, ancora una volta, degli infiniti iter burocratici da seguire.

Ve li ricordate quegli sms solidali che, fino al 10 luglio scorso, prevedevano di versare due euro per ogni messaggio ricevuto al numero 45500? ITN NEWS ci segnala che, a quanto pare, dei 15 milioni di euro versati dagli Italiani i terremotati dell’Emilia non hanno ancora visto un centesimo! Il motivo lo spiega Franco Gabrielli, che ha così detto al Corriere della Sera:

«Purtroppo l’iter non si può comprimere più di tanto, se si vuole assicurare trasparenza».

Il problema a quanto pare andrebbe anche oltre, in realtà infatti i soldi raccolti sarebbero ancora “parzialmente” virtuali in quanto non tutte le utenze hanno schede prepagate ma molti hanno abbonamenti e si dovrà quindi attendere l’emissione dela prossima bolletta per incassare realmente i soldi. A Bankitalia, infatti, al momento, risulta depositata la metà della cifra; il denaro passerà poi per la protezione civile e per i commissari straordinari per il terremoto (nelle persone dei presidenti delle regioni colpite) per passare poi -finalmente- ai comuni danneggiati.

«Ritengo però che questa procedura – ha dichiarato ancora Gabrielli – anche temporalmente differita, garantisca scelte ponderate e ragionate sulle reali esigenze del territorio. Ad esempio evitare che si costruiscano asili in Comuni a natalità zero».

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...