logo
Stai leggendo: “Drogati, checche, froci… Tu”: l’HIV ti riguarda e anche l’AIDS

“Drogati, checche, froci… Tu”: l’HIV ti riguarda e anche l’AIDS

"Ti riguarda": è questo il motto della nuova campagna di sensibilizzazione contro HIV e AIDS, che suona quasi come una minaccia. Perché è un problema di tutti, al di là di quello che dicono i luoghi comuni. E Tiziano Ferro ha deciso di metterci la faccia - in tutti i sensi.

In occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS, il prossimo 1° dicembre 2018, Anlaids ha promosso una nuova campagna di sensibilizzazione sul tema, alla quale Tiziano Ferro ha aderito con grande orgoglio. È lui infatti il testimonial di #TIRIGUARDA, un monito a non sottovalutare quella che è ancora oggi un’epidemia planetaria dai gravissimi risvolti. Perché di AIDS si muore ancora, soprattutto nei Paesi in cui l’accesso ai farmaci è ancora estremamente difficile.

“Drogati, checche, froci, prostitute, transessuali, lesbiche, omosessuali, bisessuali, polisessuali, eterosessuali. Mamme e papà. E poi zii, ovviamente zie, nipoti e anche ‘nipotine’, fa niente che ormai hanno 25 anni. I cugini e le cugine di ogni grado, ma anche i cognati, le cognate, generi e nuore, i suoceri e le suocere, se no poi chi le sente. I consuoceri, i nonni e le nonne, sì anche loro. Compagni, compagne, amici e amiche, il fidanzato, la fidanzata, i mariti, le mogli, TU.

#TIRIGUARDA Ci riguarda tutti: l’HIV contagia ogni anno 4.000 nuove persone e sono ancora troppi coloro che inconsapevolmente trasmettono l’infezione. PROTEGGITI E FAI IL TEST”.

È questo il potente messaggio della campagna promossa da Anlaids, una delle prime e più importanti associazioni italiane di sensibilizzazione contro l’HIV e l’AIDS. Nel comunicato stampa diffuso dalla Onlus sono riportati dati che fanno allarmare: circa il 40% dei casi di HIV viene diagnosticato in modo tardivo, e ciò contribuisce ad una maggior circolazione del virus. Inoltre viene stimato che circa un 30% di persone continua a favorire la trasmissione dell’HIV in modo inconsapevole.

Il problema più grande riguarda forse il mantenersi vivo di uno stereotipo che mette in pericolo tutti noi: l’AIDS non è una malattia che riguarda solamente omosessuali e tossicodipendenti, ma può colpire chiunque. Ed è per questo che è fondamentale continuare a informare i più giovani – e non solo – su quali siano i comportamenti a rischio, perché non credano che l’HIV sia completamente estraneo dalle loro vite.

Tiziano Ferro ha promosso anche sul suo profilo Instagram la campagna Anlaids, esponendosi in prima persona per una causa importantissima:

“HIV e AIDS sono ancora temi attualissimi. Le categorie a rischio sono cambiate, i luoghi comuni rischiano di distrarre l’attenzione dall’obiettivo principale: la prevenzione. È bene tornare a parlare dei rischi ma è ancora più giusto parlare di ‘soluzioni’. Invito i ragazzi, specialmente molto giovani, a porsi una domanda: quanto conosco davvero del tema HIV e AIDS? Informati”.

Ma non è solo Tiziano Ferro ad averci messo la faccia: al suo fianco, tanti altri testimonial che hanno deciso di contribuire al diffondersi di una campagna che punta a scuotere le nostre coscienze. Anche Fabio Volo, Giorgio Panariello, Maria Pia Calzone, Rudy Zerbi, i The Jackal, Giulia Valentina e Paola Turani hanno prestato il loro volto per #TIRIGUARDA, ideata da Paolo Iabichino.

L’artefice della campagna, Carmine Falanga, ha spiegato cosa ha spinto Anlaids alla diffusione di questo nuovo messaggio:

“Le abbiamo provate tutte. Dallo spot dell’alone viola che fece tanto discutere negli anni 90, alle campagne dedicate alle categorie considerate maggiormente a rischio, fino a quelle più recenti, con messaggi più soft. Si è resa evidente la necessità di un nuovo messaggio che sensibilizzi l’opinione pubblica senza creare inutili allarmismi: mi piace definire questa campagna ‘all inclusive’, per sottolineare che nessuno è escluso da questa lotta o può sentirsi immune. L’AIDS ancora oggi deve interessare l’intera società”.

A partire dal 27 novembre, i manifesti della campagna Anlaids, patrocinata dal Comune di Milano, rimarranno affissi per due settimane in 14 città italiane, per diffondere ancora una volta l’importanza dell’informazione e della prevenzione contro l’AIDS. Una lotta che ci riguarda e, soprattutto, #TIRIGUARDA.

Rating: 4.3/5. Su un totale di 4 voti.
Attendere prego...