logo
Stai leggendo: Un senzatetto le dà i suoi ultimi 17 euro, lei raccoglie per lui oltre 200 mila dollari

Un senzatetto le dà i suoi ultimi 17 euro, lei raccoglie per lui oltre 200 mila dollari

Una storia che ha dell'incredibile: il senzatetto Johnny Bobbitt Jr. ha donato alla giovane 27enne Kate McClure i soldi del carburante, quando lei si era ritrovata sola e sperduta su un'interstatale americana. La donna, per ringraziarlo, ha così aperto una pagina sul sito internet GoFoundMe.

Fin da bambini ci hanno sempre insegnato a non dare fiducia a chi non conosciamo bene ma, alcune volte, soprattutto in situazioni critiche, questa regola può passare in secondo piano e non essere rispettata. A pensarla in questo stesso modo è stata la giovane 27enne Kate McClure, la quale durante una notte di ottobre 2017, mentre percorreva l’interstatale 95 (nei pressi di Philadelphia), è rimasta senza carburante e senza soldi. Una situazione terribile che avrebbe potuto trasformarsi anche in tragedia se non fosse intervenuto in suo aiuto Johnny Bobbitt Jr., un 34enne caduto in disgrazia dopo la fine di una relazione e costretto a vivere per strada come clochard.

Senza neppure pensarci, l’uomo ha prontamente donato alla donna i suoi ultimi 20 dollari (circa 17 euro) per comprare il carburante necessario per rifornire la macchina. Un gesto gentile e del tutto inaspettato che ha scosso in senso positivo la giovane conducente. A raccontare questa vicenda è stata la stessa Kate alla rivista online The Inquirer:

(Quando la mia macchina si è fermata, ndr.) il cuore stava per esplodermi dal petto. Non sapevo cosa fare.

Ha dichiarato la giovane addentrandosi meglio nella spiegazione della vicenda. Una volta ferma la macchina, Kate ha infatti chiamato il fidanzato Mark D’Amico, chiedendogli di venire in suo aiuto (chi in fondo, non si spaventerebbe nel rimanere senza carburante in una statale e, soprattutto, in piena notte?). Ma è stato in quel momento che il senzatetto ha fatto la sua comparsa offrendo a Kate il suo supporto: Johnny ha consigliato così alla donna di chiudersi nell’auto e di aspettare il suo ritorno.

Fonte: Elizabeth Robertson / philly.com – Johnny insieme a Kate McClure e Mark D’Amico

Nel giro di dieci minuti, l’uomo è tornato dalla giovane conducente con il gas ma Kate non aveva nessuna banconota con sé per ripagare il debito. Scossa dalla gentilezza del clochard gli ha così promesso che sarebbe tonata per rendergli il denaro. E così è stato: qualche giorno dopo, la giovane insieme al fidanzato Mark D’Amico si è recata nuovamente sull’interstatale 95 portando con sé con solo il denaro prestato ma che cibo e alcuni vestivi per quell’uomo che l’aveva aiutata durante un momento di estremo panico. La coppia si è così fermata a parlare e il senzatetto il quale ha confidato loro la sua storia passata che ha, purtroppo, influenzato il presente che stava attualmente vivendo: reduce da un lavoro come paramedico nel Nord Carolina, un servizio nella marina statunitense e una storia d’amore finita nel 2014, Johnny ha sfogato il suo malessere nella droga (questione che, probabilmente inseme ad altre, lo ha successivamente portato a sviluppare anche dei problemi di natura economica).

Fonte: GoFoundMe – Johnny Bobbitt Jr quando lavorava come paramedico

Una sfortuna la sua di cui però è sempre stato ben cosciente. A spiegarlo è stato lui stesso alla coppia durante la loro lunga chiacchierata:

Sono qui (in mezzo a una strada, ndr.) per le mie stesse decisioni. Non devo incolpare nessuno se non me stesso.

Mossi dalla triste storia dell’uomo e dalla sua cordialità, Kate McClure e Mark D’Amico hanno così deciso di creare una pagina di crowdfunding sul sito internet GoFoundMe con l’intenzione di aiutarlo. Nel giro di poche settimane, la coppia ha così raggiunto una cifra pari a oltre 280 mila dollari (più di 236 mila euro), denaro che sarà investito per donare a Johnny Bobbitt Jr. non solo un posto in cui vivere ma anche del cibo, abbigliamento di vario tipo, un cellulare e, infine, per finanziare anche i mezzi di trasporto che andrà a utilizzare.

Johnny ha riflettuto sulla sua vita. Ha solo bisogno di una spinta nella giusta direzione. Non riesco a immaginare quanto possa essere difficile. Lui viene dalla zona della Carolina ed è a mille miglia dalla sua casa, senza l’aiuto di nessuno. […] Non vuole più vivere per la strada. Vuole essere un membro funzionale della società e non essere seduto su un guard rail a Philadelphia.

Ha dichiarato Mark D’Amico alla rivista online The Inquirer citando le parole del senzatetto, aggiungendo inoltre che Johnny è molto positivo verso il futuro: l’uomo vorrebbe infatti cominciare a lavorare in un magazzino di Amazon nel Robbinsville, in New Jersey.

Rating: 1.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...