Una scuola elementare di Seattle ha annullato la sfilata annuale di Halloween perché “emargina gli studenti di colore che non celebrano la festa“.

La decisione senza precedenti di annullare la sfilata, afferma Fox News, è stata presa dal Racial Equity Team della Benjamin Franklin Day Elementary School dopo cinque anni di discussioni in merito.

“Ci sono moltissimi eventi organizzati nel quartiere per chi vuole festeggiare Halloween”, ha asserito una portavoce delle scuole pubbliche di Seattle, “storicamente, la sfilata di Halloween emargina gli studenti di colore che non vogliono prendere parte ai festeggiamenti. Questi studenti hanno chiesto esplicitamente di non partecipare all’evento”.

La scuola ha informato i genitori della cancellazione della festa in una newsletter dell’8 ottobre, chiedendo di evitare di portare i figli a scuola con un costume. Nella newsletter è stato inoltre spiegato che le feste in maschera possono mettere a disagio quei bambini che non possono permettersi di acquistare un costume per l’occasione.

9 costumi di Halloween pensati appositamente per bambini con disabilità
10

Il preside della scuola, Stanley Jaskot, ha oltretutto affermato che “Halloween è una questione molto complessa per le scuole. Questo evento ha emarginato i nostri studenti di colore, che di solito durante la festa svolgevano attività alternative in biblioteca. Si tratta di una festa non inclusiva e non coerente con i nostri valori. Vogliamo che la scuola sia un luogo inclusivo e sicuro per tutti i nostri studenti, in particolare gli studenti di colore e quelli con una sensibilità maggiore al rumore che solitamente genera una festa”.

Quest’anno gli studenti prenderanno parte ad attività più inclusive, tra cui laboratori incentrati sullo studio delle opere d’arte autunnali.

Non tutti, però, sono d’accordo con la decisione presa. David Malkin, il cui figlio di 7 anni frequenta la scuola, ha descritto il provvedimento come “un esercizio di ricca vanità bianca”, aggiungendo: “non vedo alcun modo in cui questa misura affronti effettivamente le iniquità”.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!