logo
Stai leggendo: Yoani Sanchez, blogger arrestata per colpa di un tweet

Yoani Sanchez, blogger arrestata per colpa di un tweet

Fonti della dissidenza, anche tramite twitter, riferiscono oggi la notizia dell'arresto di Yoani Sànchez, attivista e blogger cubana che si trovava a Bayamo per il processo di Carromero.

 

Yoani Sànchez, famosa per il suo blog Generation Y, si trova nel carcere di Bayamo con altri attivisti che si trovavano sul posto per seguire il processo a Carromero, esponente politico spagnolo accusato dell’omicidio dell’oppositore cubano Payà. La tv ufficiale di Cuba, Granma, ne da la conferma: la blogger Yoani Sànchez è stata arrestata poichè ritenuta una corrispondente illegale del quotidiano spagnolo El Pais. Insieme a lei, anche il marito e giornalista Reinaldo Escobar.

Sembra che sia stato un tweet ad incastrare la blogger, che ha scritto sul social network di trovarsi in viaggio verso Bayamo per seguire il processo, e ironia vuole che anche la notizia della sua detenzione è stata resa nota via twitter da diverse fonti dell’isola.

La motivazione, spiega a gran voce, Yunior Garcia Ginarte, è che la Sanchez, considerata “pro-americana”, si stava dirigendo verso Bayamo per inscenare uno show provocatorio a tutela del processo contro Angel Carromero. Carromero, giovane attivista spagnolo del Partido Popular di Madrid, è stato accusato dalle autorità castriste di omicidio colposo per l’incidente stradale nel quale sono morti Oswaldo Payà, dissidente, e Harold Cepero, oppositore cubano. Ora rischia 7 anni di carcere, nonostante la versione ufficiale della morte di Payà è contestata dai familiari.

Un altro blogger, rivela di una telefonata con il figlio della Sànchez e di Escobar, Teo, che racconta di come i genitori siano stati arrestati in tarda serata e che solo la mattina successiva è riuscito a raggiungerli telefonicamente.

La notizia ha in queste ore gran risalto su tutte le reti sociali di Cuba.

 

 

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...