Alexandra Elena Mocanu, 35 anni, uccisa in casa a Bolzano. Si cerca il marito

L'ipotesi più accreditata è quella di femminicidio: si sono perse le tracce di Avni Mecje, 42enne originario dell'Albania, che secondo i familiari starebbe provando a scappare nel suo Paese.

Alexandra Elena Mocanu, una donna di 35 anni originaria della Romania, è stata uccisa nella sua abitazione a Bolzano, in viale Trieste. Il corpo è stato rinvenuto in casa sua dopo l’allarme nel tardo pomeriggio di domenica 23 ottobre 2022. Per il momento, l’ipotesi più accreditata sarebbe quella di femminicidio: si sta cercando il marito, Avni Mecje, che potrebbe essere diretto in Albania.

Il femminicidio di Alessandra Matteuzzi, uccisa dall'ex mentre era al telefono con la sorella

La segnalazione è arrivata dai parenti dell’uomo, 42 anni. Durante una telefonata, infatti, Mecje avrebbe annunciato di dover scappare, poiché ricercato. Si sarebbe allontanato da Bolzano con la macchina e il telefono della donna, per fuggire nel suo Paese d’origine, oppure verso Verona, dove vivono alcuni familiari.

Lo ha riportato il Tgr Rai Alto Adige. Gli agenti sono sulle sue tracce, perché avrebbe riferito al fratello di dover fuggire.

La vittima, Alexandra Elena Mocanu, da poco tempo viveva nel capoluogo altoatesino, in una palazzina nelle immediate vicinanze della piscina pubblica “Lido” e allo stadio di calcio “Druso”. Si tratta di una zona residenziale, tra i fiumi Isarco e Talvera, a pochi passi dal centro storico di Bolzano, dove la donna lavorava come barista.

Per il momento non si conosce la dinamica del delitto, ma il corpo di Mocanu è stato ritrovato dalla polizia, avvolto in una coperta nell’abitazione in viale Trieste 42, è morta parecchie ore prima del rinvenimento della salma. Stando a quanto riferito da alcuni vicini, i due litigavano continuamente.

Sul posto sono intervenuti anche la scientifica e la pm Claudia Andres, che coordina l’inchiesta. Le indagini continuano, mentre le forze dell’ordine cercano di rintracciare il marito della donna.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!