logo
Stai leggendo: All’università di Oxford ammesse più ragazze che ragazzi: è la prima volta

All'università di Oxford ammesse più ragazze che ragazzi: è la prima volta

A Oxford ammesse 1070 ragazze contro 1025 ragazzi: non si tratta di uno scarto enorme ma è senza dubbio sinonimo di una rivincita delle donne, a lungo estromesse dalla prestigiosa università britannica.
ragazze all'università

È il segnale che le cose stanno cambiando: per la prima volta, infatti, alla prestigiosa Università di Oxford sono state ammesse più ragazze che ragazzi. Non è affatto una notizia da sottovalutare visto che il Times l’ha collocata in prima pagina dandone ampio risalto: è quasi una conquista storica per il mondo femminile. Il motivo è presto detto.

In oltre 800 anni di storia, infatti, il totale di donne supererà per la prima volta quello degli uomini come confermano i dati aggiornati dell’Ucas, istituzione che si occupa delle procedure d’accesso agli atenei britannici, e che ha sottolineato come la celebre Università di Oxford abbia offerto la possibilità di concorrere all’iscrizione a ben 1275 ragazze contro 1165 ragazzi. A test ultimati, poi, hanno prevalso le donne: sono state ammesse 1070 ragazze contro i 1025 ragazzi. Non si tratta di uno scarto enorme ma è senza dubbio sinonimo di una rivincita delle donne.

“Un segno di progresso per le aspiranti studentesse” è stato il commento di Samina Khan, direttrice delle ammissioni all’Università di Oxford, tra le istituzioni universitarie più invidiate e ambite in tutto il mondo. Le donne, tra l’altro, come ricorda il Times, hanno messo per la prima volta piede in questa università nel 1878 quando venne inaugurata la “Lady Margaret Hall” che consentiva alle giovani studentesse di frequentare solo le lezioni ma non di laurearsi. Solo nel 1920 divennero parte integrante di Oxford anche se negli anni ’70 buona parte dei college erano riservati solo ai maschi. Ora l’apertura totale: le donne sono più degli uomini. Un’affermazione che, storicamente, può significare tanto visto che le donne inizialmente erano state escluse dalla vita universitaria di Oxford.

Discorso a parte per Cambridge dove ancora resistono gli uomini: lo scorso autunno sono stati 1140 i maschi che hanno cominciato gli studi nell’ateneo contro le 1055 femmine. La differenza anche in questo caso è davvero minima, segno che dal prossimo anno, anche a Cambridge, la situazione potrebbe ribaltarsi.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...