Andrea Bocelli: 'Ho avuto il coronavirus, ora dono il plasma' - Roba da Donne

Che il nuovo coronavirus non risparmiasse nessuno è diventato chiaro a tutti in questi mesi. Oggi una star italiana della musica mondiale ha confidato di aver contratto il COVID-19 nel mese di marzo: Andrea Bocelli.

Il famoso tenore lo ha dichiarato solo oggi in occasione di una visita all’ospedale Cisanello di Pisa. Bocelli vi si è recato per donare il suo plasma ai fini dello studio per la possibile cura dei malati di COVID.

Com’è noto, in Italia e in altri paesi mondiali il plasma delle persone guarite ha contribuito a migliorare in maniera evidente le condizioni di salute di molti malati, anche gravi.

Gli studi scientifici sono ancora in corso e presto si capirà quanto effettivamente efficace sia la cura. Tuttavia le storie raccontate da molti pazienti italiani usciti dall’incubo grazie al plasma lasciano poco spazio ai dubbi: in molti casi la cura funziona.

Baldanti, Unità Virologia Pavia: “Con la plasmaterapia mortalità ridotta al 6%”

Tornando a Bocelli, il cantante si è intrattenuto per qualche minuto con i giornalisti all’esterno dell’ospedale Cisanello di Pisa e ha raccontato la sua esperienza con il COVID, contratto ormai più di due mesi fa. Come riportato da la Repubblica tampone risultato positivo è stato effettuato il 10 marzo.

Bocelli è tra quegli italiani contagiati in maniera lieve dal virus. “Solo un po’ di febbriciattola, in pratica sono stato un asintomatico”, ha spiegato.
Insieme a lui si sono ammalati anche la moglie e i loro due figli. Nessuno di loro ha avuto grandi problemi e tutti sono guariti dopo qualche giorno.

Oltre ad Andrea, anche sua moglie ha scelto di donare il plasma per aiutare lo studio coordinato dall’Aoup che ha dato e sta dando grandi speranze ai malati gravi di COVID.

Bocelli, durante la quarantena, come molti altri cantanti, è stato particolarmente attivo sui social, dove ha interagito spesso con i suoi fan e ha anche effettuato esibizioni in streaming. Aveva anche dichiarato: “Fare del bene è l’unico mestiere che ci rende degni di essere. Ognuno deve farlo in base al proprio talento”.

La discussione continua nel gruppo privato!