logo
Stai leggendo: Annalisa Minetti: “Grazie a mia figlia potrei tornare a vedere”

Annalisa Minetti: "Grazie a mia figlia potrei tornare a vedere"

Ospite di Barbara D'Urso a Domenica Live, Annalisa Minetti racconta la gioia di aver provato con la nascita della secondogenita Elèna avuta con il compagno Michele Panzarin.

Ospite di Barbara D’Urso a Domenica Live, Annalisa Minetti racconta la gioia di aver provato con la nascita della secondogenita Elèna avuta con il compagno Michele Panzarin (il primo figlio, Fabio di 9 anni, l’ha avuto con il precedente compagno), arrivata dopo la sofferenza di un aborto spontaneo.

Annalisa Minetti, 40 anni, cantante e campionessa paralimpica, racconta durante il programma dominicale di Mediaset

È arrivata lei, quando non ci credevamo più. Ho aspettato tanto a dirlo, non volevamo dirlo a nessuno per paura

Non solo: dopo il “piccolo miracolo”, come lo ha definito la stessa Minetti, la donna ha voluto conservare il cordone ombelicale della figlioletta perché grazie alla ricerca con le cellule staminali potrebbe combattere la sua malattia e tornare a vedere o aiutare comunque altri membri della famiglia.

Una delle cose più intelligenti che potessi fare, è un dono che Elèna ha fatto a me e che io faccio alla mia famiglia – ha spiegato alla D’Urso.

Annalisa Minetti è stata colpita a soli 18 anni dalla retinite pigmentosa, una malattia genetica che negli anni è destinata a peggiorare. E sulla sua condizione attuale, dichiara:

Ci sono tantissime speranze per quanto riguarda la retinite pigmentosa. Sono in attesa di fare un’operazione. Se anche non vedo più, ho alcuni recettori ancora vivi e dobbiamo mantenerli vivi il più possibile. Le staminali possono essere una speranza in più per il buon esito dell’operazione