Annalisa Minetti: 'Grazie a mia figlia potrei tornare a vedere' - Roba da Donne

Annalisa Minetti è una donna che non si è mai fatta fermare da niente, neppure dalla ciecità che l’ha colpita 18 anni fa; cantante, atleta paralimpica, la Minetti ha sempre saputo reinventarsi, ma conserva comunque la speranza di poter tornare a vedere, soprattutto per ammirare finalmente i volti dei suoi bambini, Fabio, di dieci anni, avuto dall’ex compagno, e la piccola Elèna avuta con il compagno Michele Panzarin, arrivata dopo la sofferenza di unaborto spontaneo.

Annalisa Minetti, 43 anni, ha infatti raccontato a Oggi

C’è una tecnica nuova, riconosciuta, sto aspettando che evolva. In pratica, mettono un microchip dietro la retina. Non si pensa più a ripararla, si salta l’ostacolo, è il microchip che elabora le immagini.

Cordone ombelicale: 10 storie di mamme che lo hanno conservato e non
11

Del resto, già dopo la nascita di Elena Annalisa ha voluto conservarne il cordone ombelicale, perché la ricerca sulle cellule staminali potrebbe combattere la sua malattia e farla tornare a vedere, o aiutare comunque altri membri della famiglia.

Una delle cose più intelligenti che potessi fare, è un dono che Elèna ha fatto a me e che io faccio alla mia famiglia – ha spiegato ospite di Barbara D’Urso nel 2018.

Annalisa Minetti è stata colpita a soli 18 anni dalla retinite pigmentosa, una malattia genetica che negli anni è peggiorata. E sulla sua condizione attuale, ha dichiarato:

Ci sono tantissime speranze per quanto riguarda la retinite pigmentosa. Sono in attesa di fare un’operazione. Se anche non vedo più, ho alcuni recettori ancora vivi e dobbiamo mantenerli vivi il più possibile. Le staminali possono essere una speranza in più per il buon esito dell’operazione

Articolo originale pubblicato il 17 Dicembre 2019

La discussione continua nel gruppo privato!