Tre anni fa riuscì a vendere migliaia di bottiglie d’acqua “Evian” a 8 euro ciascuna. Oggi, in un momento ancora più difficile per l’economia globale, è riuscita a far andare sold out una tuta da 430 euro nel giro di 72 ore. Grazie al successo della collezione Champion x Chiara Ferragni, la nota influencer si conferma la regina Mida dei tempi moderni.

Serve davvero un’interrogazione parlamentare per l’acqua firmata Chiara Ferragni?

La blogger nei giorni scorsi aveva postato diverse foto sul suo seguitissimo profilo Instagram in cui indossava una tuta dai colori pastello. Rosa, azzurro e grigio chiaro. Ma la collezione comprendeva anche altri indumenti, tra cui una felpa totalmente rosa con cappuccio. Sul profilo “Chiara Ferragni Collection” era stata pubblicata anche una foto di sua sorella Valentina che indossava il completo.

View this post on Instagram

Gorgeous Ferragni sisters wearing Champion x @chiaraferragni capsule 💕💕💕 #ChampionxChiaraFerragni #ChiaraFerragniCollection @championeurope

A post shared by Chiara Ferragni Collection (@chiaraferragnicollection) on

La tuta Champion x Chiara Ferragni costa 430 euro: 195 i pantaloni e 235 la felpa. Chi volesse replicare fedelmente il suo look e volesse acquistare anche le sneakers rosa dovrebbe spendere altri 215 euro.

Non è dato sapere esattamente quanti pantaloni e quante felpe “Champion x Chiara Ferragni” fossero disponibili sul sito; quel che è certo è che al momento entrambi i prodotti risultano “non disponibili”.

Attualmente sul sito ci sono ancora in vendita dei reggiseni da 130 euro, un paio di leggins da 105 e le sopracitate scarpe rosa (anche se l’unico numero disponibile è il 36) di 215 euro.

“The Blonde Salad” funziona anche in un periodo di grande crisi come quello che stiamo vivendo. La sua collaborazione Champion x Chiara Ferragni è stato, obiettivamente parlando, l’ennesimo successo commerciale della influencer.

La regina di Instagram a inizio pandemia aveva promosso una raccolta fondi in favore del San Raffaele per aumentare il numero di terapie intensive. Anche quello fu un grande successo e l’obiettivo di 3 milioni di euro fu raggiunto in breve tempo.

Qualche mese prima era uscito al cinema “Unposted”, un documentario sulla sua vita. Il film fu campione d’incassi e poche settimane dopo l’uscita nelle sale è stato reso disponibile su Amazon Prime Video.

La discussione continua nel gruppo privato!