L’attore Colton Haynes confessa i suoi segreti. Una vita travagliata quella dell’interprete di Teen Wolf, Arrow, Scream Queens, American Horror Story, The Hills. Questi solo alcuni dei titoli più famosi in cui l’attore ha dato il suo contributo.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Colton Haynes (@coltonlhaynes)

In pochi sanno che il bellissimo artista americano ha un passato molto difficile, fatto di abusi, un’overdose, povertà e violenza. Haynes ha pubblicato un libro in cui parla di tutti i suoi segreti, Miss Memory Lane: A Memoir. In un’intervista rilasciata al magazine People, Colton Haynes ha dato una piccola anticipazione di quello che troveremo nella sua autobiografia, attraverso queste parole:

“Fino ad oggi ho nascosto troppi segreti e nel mio caso credo di essere malato tanto quanto il numero di segreti che stagnavano dentro di me. Credo di essermi guadagnato il diritto di parlare e di raccontare anche quando ho visto la morte in faccia. Con la pubblicazione del mio libro mi sono liberato del tutto, adesso mi sento molto meglio”.

L’attore non ha paura di dire al mondo intero che proviene da un contesto difficile in cui è cresciuto in povertà in Kansas. La madre aveva problemi di dipendenza e il padre era sempre assente. Era uno studente lavoratore che di notte ballava come un go-go boy in un bar gay, un lavoro avuto con un documento d’identità falso. L’attore durante l’intervista ha dichiarato:

“Una volta che qualcosa attirava la mia attenzione, non c’era nulla che mi trattenesse dall’usare il mio corpo o dal fare tutto il possibile per ottenerla. Andavo anche con uomini molto più anziani. Io e l’intimità abbiamo sempre avuto un rapporto complicato. Tutto è iniziato da quando avevo 6 anni e mio zio mi ha costretto…Da bambino, non sai che quelle cose sono sbagliate, ma istintivamente sai anche che non puoi dire nulla”.

Oltre gli abusi e il dolore: Simone Biles, la ginnasta più forte di tutti i tempi

Adesso l’artista sta vivendo finalmente un periodo di equilibrio e di crescita personale.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!