Uno studio giapponese ha cercato di ricostruire le possibilità di contagio da coronavirus durante un buffet del ristorante. L’esperimento è stato realizzato dalla televisione di Stato giapponese NHK. I dati sono allarmanti.

Il virus si diffonde rapidamente in pochi secondi, dopo mezz’ora è stato scoperto che i commensali si sono ritrovati tutti “contagiati”.

L’agenzia di radiodiffusione Nazionale giapponese, NHK, ha voluto capire come i germi potrebbero diffondersi sulle navi da crociera ed è emerso che uno dei modi di trasmissione più facili è attraverso i luoghi dove molte persone si riuniscono contemporaneamente, ad esempio i buffet.

In una stanza è stato allestito un buffet e sono state riunite 10 persone, una di queste è stata designata come la persona “infetta”. Il “virus” è stato applicato su un palmo della mano sotto forma di vernice fluorescente e successivamente gli altri sono stati invitati a cenare allo stesso buffet a cui aveva preso precedentemente parte la persona “infetta”.

Coronavirus, Giuseppe Remuzzi: "Il virus è mutato"

La vernice in soli 30 minuti si è trasferita su tutti i partecipanti che avevano preso il cibo dal buffet. Alla luce della stanza la vernice non era visibile, dopo mezz’ora è stata accesa una lampada speciale ed è stato scoperto che la vernice era presente nelle mani di tutti i partecipanti ma non solo, tre di loro addirittura avevano la vernice anche sul viso. Essa era presente sui cucchiai, sulle forchette e sui coperchi.

Per realizzare questo esperimento hanno partecipato anche molti esperti ed il video è stato condiviso sui social, in particolare su Twitter. Nel video si nota la vernice ovunque, specialmente sui volti di tre persone attraverso una luce speciale ed anche sui piatti degli altri partecipanti.

Lo scopo di questo video è di aumentare la consapevolezza del pericolo di toccare le superfici contaminate dal coronavirus e questo dimostra ancora una volta che è davvero importante lavarsi correttamente le mani.

La discussione continua nel gruppo privato!