logo
Stai leggendo: Ecco come Snoopy è diventato la mascotte della Nasa

Ecco come Snoopy è diventato la mascotte della Nasa

Alcuni giorni fa è stato annunciato un accordo pluriennale che ha l'obiettivo di "suscitare passione per l'esplorazione spaziale e l'educazione Stem".
snoopy

La collaborazione fra la Nasa e i Peanuts nasce oltre 50 anni fa e adesso ha raggiunto una fase avanzata, quella di suscitare la passione per l’esplorazione nello spazio. A dedicare un approfondimento a questo storico connubio è il Corriere.it. Siamo a metà degli anni Sessanta quando gli astronauti cercarono il papà dei Peanuts per chiedere  l’autorizzazione all’utilizzo dell’immagine del bracchetto. Ora, a distanza di quasi cinquant’anni, la collaborazione tra l’agenzia governativa Usa e Snoopy si rinnova e si fa sempre più forte.

Alcuni giorni fa, infatti, è stato annunciato un accordo pluriennale che ha l’obiettivo di “suscitare passione per l’esplorazione spaziale e l’educazione Stem” tra gli studenti, come riportato dal Washington Post. Si vogliono creare dei contenuti di intrattenimento, editoriali e di merchandising oltre a progetti interattivi, che possano contribuire a diffondere l’educazione scientifica e tecnologia con l’aiuto di Charlie Brown. Ma tutti i dettagli verranno svelati all’attesissima San Diego Comic-Con International che si terrà da giovedì 19 a domenica 22 luglio. Solo lì si scopriranno tutte le informazioni su questo storico accordo.

Una collaborazione fra Nasa e Snoopy che si deve ad Albert Al Chop, all’epoca dei fatti direttore delle relazioni col pubblico del centro spaziale delle Nasa a Houston. Voleva creare un’onorificenza per gli impiegati più meritevoli e per gli appaltatori dell’ente impegnati nella sicurezza dei voli spaziali. Così è nato il “Silver Snoopy Award” che, ora, ha compiuto 50 anni con oltre 15mila persone premiate.

Nel 1968 sulle strisce dei Peanuts iniziarono a comparire le avventure dell’Astrobeagle. Un legame tra l’agenzia governativa Usa e i Peanuts che toccò l’apice quando due moduli lunari della missione “Apollo 10” – come ricorderete, siamo nel 1969 – vennero ribattezzati “Charlie Brown” e “Snoopy”. Non era una semplice coincidenza.

Un legame indissolubile, quello fra Nasa e i Peanuts, che ha radici storiche e che continua a funzionare anche oggi, a distanza di molti anni.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...