logo
Stai leggendo: Il commovente post di Chiara Ferragni per il piccolo intervento di Leone

Il commovente post di Chiara Ferragni per il piccolo intervento di Leone

Il post Instagram di Chiara Ferragni dopo l'operazione di Leone; la salute è la cosa più importante al mondo, tutto il resto è secondario.

Momenti di paura e un compleanno tutt’altro che divertente per Fedez e la moglie Chiara Ferragni. Il 15 ottobre, giorno di nascita del rapper più social d’Italia, il loro piccolo Leone è stato sottoposto a un intervento al Children’s Hospital di Los Angeles.

Per fortuna nulla di grave, Leone sta bene e ha finalmente risolto il fastidioso problema che lo aveva colpito alla nascita. L’operazione chirurgica ha coinvolto i timpani del piccolo Ferragnez, scongiurando una possibile sordità che avrebbe potuto presentarsi in futuro.

Mamma Chiara, in un toccante post su Instagram, ha dichiarato:

Questa mattina il nostro piccolo Leo ha avuto un piccolissimo intervento al Children’s Hospital per mettere dei tubicini nelle orecchie per poter eliminare del liquido che ha dalla nascita e che, nel lungo tempo, gli avrebbe potuto causare perdita di udito. La sua operazione era molto semplice e lui sta bene ed è già a casa con noi.

Visualizza questo post su Instagram

This morning our little Leo got a very fast procedure at Children’s Hospital to get eartubes in his ears to get rid of some liquid he’s had since he was born that otherways could cause him hearing loss in the long time. His procedure was fast and super simple so we’re super happy we did it and he’s home with us now. Seeing so many parents there having to witness their babies going through open heart surgeries made me cry non-stop and really understand that when you and your family have health, you cannot complain. It is the most important thing in the universe. And being a mum and seeing a child in pain makes you feel like you’re dying. I’m posting this because It is important to acknowledge how lucky we are, everyday. Don’t ever take it for granted. Questa mattina il nostro piccolo Leo ha avuto un piccolissimo intervento al Children’s Hospital per mettere dei tubicini nelle orecchie per poter eliminare del liquido che ha dalla nascita e che, nel lungo tempo, gli avrebbe potuto causare perdita di udito. La sua operazione era molto semplice e lui sta bene ed e’ gia’a casa con noi. Vedere pero’ tantissimi genitori salutare i propri bambini che dovevano sottoporsi ad interventi ben piu’invasivi (alcuni a cuore aperto) mi ha fatto piangere tutto il tempo e mi ha fatto capire, ancora una volta, che se si e’in salute non ci si puo’lamentare. E’veramente la cosa piu importante al mondo, e rende tutto il resto secondario. E da quando sono una mamma vedere altri bambini soffrire mi fa fermare il cuore. Sto postando queste parole per ricordare a me in primis quanto siamo fortunati, ogni giorno.

Un post condiviso da Chiara Ferragni (@chiaraferragni) in data:

Leone, infatti, nato con tre settimane di anticipo il 19 marzo 2018, ha fin da subito presentato questo accumulo di liquido destinato a non scomparire da solo, problema facilmente risolvibile con una operazione per estrarlo. Il piccolo ora sta bene e nella stessa giornata dell’intervento è tornato a casa, come spiegato da Chiara nel suo post.

Il pensiero dei genitori, però, va a tutte quelle famiglie meno fortunate costrette a vedere i propri figli subire operazioni molto più lunghe e complesse. Il post continua con le parole di Chiara:

Vedere però tantissimi genitori salutare i propri bambini che dovevano sottoporsi ad interventi ben più invasivi (alcuni a cuore aperto) mi ha fatto piangere tutto il tempo e mi ha fatto capire, ancora una volta, che se si è in salute non ci si può lamentare. È veramente la cosa più importante al mondo, e rende tutto il resto secondario. E da quando sono una mamma vedere altri bambini soffrire mi fa fermare il cuore. Sto postando queste parole per ricordare a me in primis quanto siamo fortunati, ogni giorno.

Una giornata di riflessioni per la coppia che, trascorrendo alcune ore in un ospedale pediatrico, ha potuto toccare con mano il dolore altrui unito alla preoccupazione per “baby raviolo”, arrivando alla conclusione che se c’è la salute tutto il resto non conta. Verità di cui ci si rende conto solo nei momenti di difficoltà ma che non dovrebbe mai essere data per scontata, per quanto possa sembrare banale.

Anche il rapper, sempre tramite un post su Instagram, ha dichiarato:

Passare una giornata in un ospedale pediatrico rende ancor più vero e tangibile il buon vecchio detto “quando c’è la salute c’è tutto”. Mi rendo conto di essere fortunato, ma oggi forse, riesco ad apprezzarlo un po’ di più.

Rating: 1.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...