Jennette McCurdy, 30 anni, star degli show iCarly e Sam&Cat targati Nickelodeon, ha spiegato in un’intervista a Good Morning America il motivo della scelta del titolo del suo libro, I’m Glad My Mom Died (“Sono felice che mia madre sia morta“).

Chiunque abbia subito un abuso famigliare capisce questo titolo.

Ha dichiarato.

Il libro di memorie di McCurdy, racconta nei particolari gli abusi subiti dall’attrice per mano di sua madre, morta nel 2013 per un cancro al seno. Non solo: il libro parla anche degli abusi sui set di Nickelodeon, e che, secondo McCurdy, sono stati permessi dalla madre.

In particolare, McCurdy ha scritto di aver subito pressioni per bere alcolici mentre era minorenne, di essere stata fotografata in bikini mentre era minorenne durante una prova del guardaroba e di aver subito abusi emotivi da parte dei creatori dello show. Nel suo libro, McCurdy ha anche rivelato che Nickelodeon le ha offerto 300.000 dollari per non parlare delle sue esperienze sul set, ma lei ha rifiutato.

Scrivendo di sua madre, Debra McCurdy, l’attrice ha raccontato nel suo libro che per anni l’ha costretta a seguire una dieta estremamente ristretta di 1.000 calorie o meno, il che ha portato McCurdy a sviluppare un grave disturbo alimentare che è durato anni.

McCurdy ha anche scritto che la madre voleva che continuasse a ottenere ruoli da bambina, quindi sperava di ritardare la pubertà nutrendo il meno possibile la figlia. Inoltre, Debra McCurdy avrebbe anche eseguitoesami” del seno e della vagina sulla figlia con il pretesto di “controllare il cancro“.

McCurdy era spesso soggetta a scatti d’ira e ad altre forme di abuso in qualsiasi momento da parte della madre.

Nell’intervista a Good Morning America, in cui ha parlato del suo libro, l’attrice ha dichiarato che sapeva del disagio che molte persone avrebbero provato leggendo il titolo del libro. “Chiunque abbia subito un abuso famigliare capisce questo titolo“, ha detto a GMA. “Non avrei scritto il libro se mia madre fosse stata viva. La mia identità sarebbe ancora dettata da lei“.

Quando si subisce un abuso emotivo?

McCurdy ha aggiunto che non sarebbe riuscita a guarire dai suoi disturbi alimentari del passato se sua madre fosse ancora viva. “Se mia madre non fosse morta, sicuramente non sarei stata in grado di confrontarmi o di affrontare la mia esperienza di disturbi alimentari“, ha affermato a USA Today. “Perché i miei disturbi alimentari erano appoggiati, sostenuti e incoraggiati da lei“.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!